Con la vittoria per 2-0 ai danni del Wolverampton, e grazie alla clamorosa sconfitta interna del City di Guardiola (2-3 in favore del Crystal Palace), il Liverpool passerà il Natale godendosi la vetta solitaria del campionato: 48 punti, a +4 proprio sui Citizens e +6 sul Tottenham di Pochettino.
Ma c’è una statistica che potrebbe rendere, se non indigesto, quantomeno non così spensierato il pranzo in casa Klopp…

Analizzando l’andamento dei campionati negli ultimi dieci anni (dalla stagione 2008-2009 in avanti) infatti, in ben otto occasioni su dieci la squadra che era in testa alla Premier League a Natale ha poi conquistato il titolo a fine stagione. Un dato rassicurante, si dirà: il problema risiede nel fatto che le uniche due eccezioni nel periodo in esame siano rappresentate proprio dai Reds.

Nell’annata 2008-2009, il Liverpool di Benítez disputa una grande prima parte di stagione: batte i campioni d’Inghilterra e d’Europa del Manchester United (2-1), supera di misura il Chelsea con il gol di Xabi Alonso e, grazie al pareggio 1-1 contro l’Arsenal, arriva a Natale in vetta alla classifica, con un punto di vantaggio sui Blues e sei sugli uomini di Sir Alex Ferguson. I Red Devils però, tra la fine del 2008 e i primi mesi del 2009, cambiano marcia: undici vittorie consecutive permettono loro di conquistare il primato e prendere il largo, complice anche il passaggio a vuoto del Liverpool, che non va oltre il pareggio – contro Stoke City, Everton e Wigan – nei primi tre incontri del nuovo anno. A fine stagione lo United è così campione per la diciottesima volta nella propria storia, terza consecutiva, raggiungendo proprio i Reds per quanto riguarda i titoli vinti all-time.

Ancor più difficile da digerire è la stagione 2013-2014: nella prima fase è l’Arsenal a fare la voce grossa, arrivando anche a cinque lunghezze di vantaggio sulle inseguitrici Chelsea e Liverpool. Gunners e Reds trascorrono il Natale appaiati in testa alla classifica con 36 punti, uno in più del Manchester City e due più del Chelsea. L’8 febbraio 2014 gli uomini di Brendan Rodgers travolgono (5-1) l’Arsenal nello scontro diretto, e iniziano una travolgente serie di undici vittorie in fila. I Reds giungono così alla 36esima giornata avanti di tre punti rispetto al City: il titolo, che manca nella città dei Beatles dal 1990, sembra più che mai vicino. Ma ad Anfield, contro il Chelsea, va in scena un dramma sportivo: sul finire del primo tempo il capitano Gerrard scivola gestendo un innocuo possesso, e spiana la strada per il vantaggio del senegalese Ba. Willian chiuderà poi l’incontro al 90’ con la rete dello 0-2. I Citizens di Manuel Pellegrini ringraziano, battono il Crystal Palace e affiancano il Liverpool (ma la differenza reti premia nettamente il City). Nel turno successivo, un Liverpool ancora frastornato si fa rimontare tre reti dallo stesso Palace: la Premier prende così definitivamente la via di Manchester.

Jurgen Klopp non è – per sua stessa ammissione – un tipo particolarmente scaramantico, se si eccettua l’abitudine di non osservare i rigori calciati dai suoi giocatori.
Tuttavia, crediamo che in questo caso sia comunque preferibile non ricordargli questi precedenti…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here