“Pensavo che LeBron fosse irreplicabile, unico, ma a quanto pare ne sta arrivando uno uguale…” Queste le parole di Steve Kerr, coach dei Golden State Warriors, che sanno proprio di investitura per il giovane Zion Williamson, giocatore dei Duke Blue Devils che ieri notte ha esordito con la propria nuova maglia in quel magico mondo che è il College Basket (28 punti con 11/13 al tiro). Possibile prima scelta al prossimo Draft NBA, l’ala dei Blue Devils è letteralmente in grado di volare quando attacca il ferro e pure quando lo difende. Alto non più di 2 metri e con un peso che si aggira attorno ai 130 kg (!), il 18enne ha recentemente registrato negli ultimi test fisici una massima verticalità di 117 centimetri, che gli consentono di essere stato definito come una vera e propria “macchina da highlights”.

Se i più esperti ormai ne sentono parlare già da un paio d’anni, grazie alle sue clamorose performance al liceo, sarà proprio questa però la stagione della verità per Williamson, dove inizierà a misurarsi con atleti e squadre che potranno almeno provare a impensierirlo, e grazie alla quale noi potremo iniziare a capire se “The Chosen One” possa avere realmente un degno erede.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here