19 giugno 2017. Una data che per molti non vuol dire nulla, ma che per tutti i tifosi della Virtus Bologna è ancora ben impressa nella mente. Quel giorno fu il grande ritorno del VU nella massima serie italiana. Non sono passati neanche due anni da quello storico momento. Una stagione di transizione, la scorsa, fino al grande cavalcata europea che ora vede la finale per il terzo titolo europeo della storia dei bianconeri emiliani. Aradori, Punter e Taylor i tre trascinatori. Motivi diversi alla base ma tutti giocatori naviganti in un’unica direzione quella della vittoria.

L’impresa completata da Aradori e compagni nel pomeriggio di Anversa (Belgio) per certi versi ha del clamoroso. Una partita comandata sin dalle prime battute e che nel finale ha preso tutti i tratti distintivi di un dominio, 67-50 il risultato finale. Annichilito il Bamberg, squadra bavarese e piuttosto quotata, fautrice di una prestazione pessima con percentuali dal campo appena vicine al 27.5%. Giocatori del calibro di Rice e Zisis sono stati completamente annullati dalla rocciosa difesa costruita da Aleksandar Dordevic, ai quali vanno applausi per aver portato a termine un’altra di quelle splendide imprese.

La seconda competizione europea per importanza, nata tre anni fa per competere con la straripante Eurolega, non ha mai visto trionfatrice una squadra italiana. Solo Venezia due stagioni orsono riuscì ad agguantare le Final Four salvo perdere nella semifinale. Lo scorso fine settimana, invece, la Dinamo Sassari ha vinto l’Eurocup, la terza coppa per importanza, ma per trovare un successo davvero importante bisogna andare indietro nel tempo. La Virtus è stata proprio l’ultima a vincere l’Eurolega per le formazioni nostrane, correva la stagione 2000-01. Codesta Champions League non avrà certo il valore di quella Eurolega ma tornare al successo continentale, a Bologna manca dal 2009 quando la Virtus trionfava nell’Europe Challenge, per una squadra come quella emiliana sarebbe l’ennesima dimostrazione che forse qualcosa che sta ripartendo all’interno del panorama cestistico nazionale.

Appuntamento a domenica quando la VU si giocherà la coppa contro Tenerife, vittoriosa sui padroni di casa per 70-54. Bologna contro i tedeschi non partiva certo con i favori del pronostico e l’impresa è arrivata, ora comunque vada sarà una vittoria nella speranza di rivedere qualche italiano in più in campo per la crescita di tutto il movimento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here