Dopo lo stop di ieri per la pioggia a Roma è tornato a splendere il sole e i giocatori sono pronti a scendere in campo per i sedicesimi di finale. Esordio sulla terra rossa della Capitale per i tre migliori giocatori al mondo: Nadal, Djokovic e Federer.

Il maiorchino scenderà in campo tra pochi minuti contro il numero 42 del ranking ATP, Jeremy Chardy. Il francese, due giorni fa, ha vinto il derby con il connazionale Gasquet 6-1/4-6/6-3. Nadal che non vince un torneo dal 12 agosto 2018, quando trionfò a Toronto in finale contro Tsitsipas: a Madrid, settimana scorsa, fu sconfitto in semifinale proprio dal greco 6-4/2-6/6-3. Lo spagnolo, recordman di vittorie a Roma con 8 titoli conquistati, è anche il campione uscente: lo scorso anno battè in finale il tedesco Zverev in 3 set.

A seguire scenderà in campo anche il giocatore più atteso del Torneo, Roger Federer. Lo svizzero, rientrato sulla terra rossa di Madrid dopo aver vinto Miami ed essere stato fermo poco più di un mese, ha perso ai quarti contro l’austriaco Thiem 6-3/6-7/4-6. Il numero 3 del ranking ATP non ha mai vinto nella Capitale: per lui, 4 finali e 4 sconfitte. Oggi troverà di fronte a sé il portoghese Sousa, numero 73 al mondo e vincente ai 32esimi contro lo statunitense Tiafoe.

L’ultimo dei top 3 a giocare oggi è Novak Djokovic. Il fresco vincitore di Madrid (finale contro Tsitsipas, 6-3/6-4), dovrà affrontare il canadese Denis Shapovalov, numero 22 al mondo. Il serbo, favorito numero 1 del Torneo dopo aver dimostrato a Madrid di essere in gran forma, è alla ricerca del suo quinto titolo qui a Roma (l’ultimo è arrivato nel 2015 in finale contro Federer).

Sarà anche il giorno degli italiani, con ben tre tennisti in campo: in ordine, Albot-Fognini, Kohlschreiber-Cecchinato e Tsitsipas-Sinner. Il vincitore di Monte Carlo sogna di vincere il suo primo titolo a casa sua: dopo aver superato senza grandi difficoltà il francese Tsonga si trova davanti a sé l’ostacolo Albot, tennista moldavo numero 44 al mondo. Quest’ultimo, uscito al primo turno di Madrid contro Verdasco, ha vinto qui martedì contro Paire (6-3/6-2).

Marco Cecchinato giocherà invece contro il tedesco Kohlschreiber, numero 56 del ranking. Il nativo di Palermo, classe 1992, dopo aver perso al primo turno di Madrid, è tornato a Roma con tanta voglia di tornare ai livelli di quel magico Roland Garros dello scorso anno. Ai 32esimi ha superato in 3 set l’australiano De Minaur. 

L’Italia sogna un grande Torneo e lo fa anche con il più giovane, Jannik Sinner. Il baby fenomeno, nato il 16 agosto 2001, ha superato il primo turno grazie ad una strepitosa rimonta ai danni di Steve Johnson e oggi scenderà in campo contro il fresco finalista di Madrid, nonché numero 7 al mondo, Tsitsipas. Servirà un impresa al giovane italiano, già capace di ridare speranza a tutto il panorama tennistico del Belpaese.

In campo anche Berrettini contro l’argentino Schwartzman, vincente pochi minuti fa contro lo spagnolo Ramos in due set.

Tutti i tennisti che vinceranno oggi i sedicesimi saranno “costretti”, a causa della pioggia scesa ieri, a giocare anche gli ottavi in giornata:

  • Nadal/Chardy vs Basilahvili
  • Federed/Sousa vs Coric
  • Djokovic/Shapovalov vs Kohlschreiber/Cecchinato
  • Tsitsipas/Sinner vs Albot/Fognini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here