Solo una settimana fa la conferenza shock di Francesco Totti segnava la fine di un’era dalle parti di Trigoria. Le dimissioni da dirigente del Pupone avevano fatto seguito all’addio di Daniele De Rossi, spinto dalla società a cercarsi un’altra sistemazione qualora avesse voluto continuare la sua carriera da giocatore. Va da sè che questi due addii hanno tolto molta romanità alla squadra giallorossa, chiamata ora al rilancio dopo una stagione a dir poco fallimentare. Una stagione, la prossima, che potrebbe vedere proprio Daniele De Rossi scendere in campo all’Olimpico in Serie A, ma stavolta da avversario. 

Secondo le indiscrezioni lanciate da Sky Sport, infatti, il campione del mondo classe 1983 avrebbe ricevuto un paio di proposte da squadre di Serie A e avrebbe deciso di sedersi al tavolo per scegliere quella che potrebbe essere la più adatta per i suoi ultimi anni di carriera. Naturalmente, questa notizia non ha lasciato indifferenti molti tifosi della Roma, che il 26 maggio scorso erano accorsi in gran massa allo Stadio Olimpico per vedere l’ultima partita del Capitan Futuro con la maglia della Roma. C’è chi considera questa probabile scelta di De Rossi come un tradimento e chi invece sta dalla parte del suo ex Capitano, ricordando come sia stato costretto a lasciare la sua amata Roma.

Inizialmente i rumors di mercato parlavano di Boca Juniors o dell’MLS come destinazioni plausibili. Addirittura l’ex compagno di squadra Nicolàs Burdisso si era mosso in prima persona per convincere Daniele a compiere una scelta fuori dall’ordinario per uno che in tutta la sua vita e carriera calcistica aveva gravitato nell’orbita di Roma. Una scelta radicale che De Rossi non si è sentito di fare, così come ha preferito declinare la corte della MLS ritenendosi ancora adatto per competere in un campionato duro come quello italiano.

Risultati immagini per de rossi burdisso

Proviamo ora quindi ad ipotizzare – sulla base dei rumors di queste ultime ore – quali potrebbero essere le “due-tre squadre” che stanno provando a portare nella loro rosa l’ex numero 16 giallorosso.

Il primo nome che viene fatto è, per vari motivi, quello della Sampdoria. Fra i possibili motivi di un approdo di DDR16 a Genova vi è il fatto del ricongiungimento con quello che è stato il suo penultimo allenatore in giallorosso e che, nonostante l’età, lo ha reso uno uno dei punti cardine della sua Roma, ossia Eusebio Di Francesco. Altro indizio che avvicina De Rossi alla sponda blucerchiata è poi dovuto al folclore del Presidente Massimo Ferrero, a cui piace di tanto in tanto sfoderare un colpo ad effetto per scaldare la sua tifoseria, anche con profili molto “mediatici” e di conseguenza molto appetibili commercialmente (memorabile la presentazione di Samuel Eto’o a gennaio 2015). Ferrero starebbe addirittura pensando di proporre un ruolo da Direttore tecnico a Francesco Totti – il quale anch’egli nella sua conferenza d’addio non ha escluso un futuro in Italia – e quindi immaginare quindi una triade Totti-Di Francesco-De Rossi un anno dopo e 503 km più a nord non è utopia.

Risultati immagini per de rossi di francesco

Subito dietro l’ipotesi Sampdoria si colloca la suggestione Fiorentina. La piazza viola sembra aver ritrovato l’entusiasmo – dopo una stagione horror che ha visto i toscani centrare la salvezza solo all’ultima giornata – grazie al cambio di proprietà avvenuto nei primi giorni di giugno con il magnate italo-americano Rocco Commisso divenuto nuovo presidente del club. Spetterà proprio a Commisso la costruzione di una squadra che possa tornare a far gioire il popolo viola dopo molti anni deludenti. Per questo pensare a Daniele De Rossi come uno dei volti nuovi della Fiorentina versione 2019/2020 non è fantacalcio. La presenza di Vincenzo Montella, che è stato prima compagno di squadra e poi allenatore di De Rossi alla Roma, potrebbe influire su quella che sarà la decisione finale del giocatore, con Firenze che lo accoglierebbe a braccia aperte.

Queste due ipotesi ci sembrano le più percorribili visto anche che i due club sopra citati non sono “acerrimi rivali” della Roma, quindi andare a giocare nella Sampdoria o nella Fiorentina non scalfirebbe (se non in piccola parte) quello che è il feeling di Daniele De Rossi con il popolo romanista. Si potrebbero riscontrare problemi invece nel caso in cui la scelta ricadrebbe sull’Inter. Alcune voci infatti darebbero addirittura anche i nerazzurri in corsa per l’ingaggio del centrocampista, questo perchè egli godrebbe della stima di Antonio Conte, il quale vedrebbe in lui un elemento molto utile anche per le dinamiche di spogliatoio. Francamente però sembra difficile ipotizzare che la proprietà Suning voglia accollarsi un ingaggio pesante per un giocatore ormai 36enne, preferendo concentrare le risorse economiche su profili futuribili con ingaggi contenuti. Per questo motivo quindi, nonostante il gradimento del nuovo tecnico neroazzurro, sarà molto difficile vedere De Rossi dalle parti di Appiano Gentile nella prossima stagione.

Risultati immagini per de rossi conte

Rimanendo sempre in Lombardia, fonti meno accreditate parlano anche di possibili interessamenti da parte di Milan e soprattutto Atalanta. In rossonero, oltre della stima di cui godrebbe da parte del neo Marco Giampaolo, altro allenatore che fa dei suoi registi in mezzo al campo i leader tecnici (e non solo) delle sue squadre, l’ex giallorosso ritroverebbe anche qui un “pezzo di Roma”, ossia il ds Ricky Massara, l’altra novità nell’organigramma societario della squadra di proprietà ELLIOTT, che per anni è stato un dirigente romanista avendo lavorato dietro le quinte nell’entourage di Sabatini prima e di Monchi poi. Infine, uno spiraglio da non sottovalutare è quello legato alla “suggestione-Dea”, alimentata principalmente – se non esclusivamente – dalla presenza di Gianpiero Gasperini sulla panchina neroazzurra, l’allenatore del quale De Rossi ha dichiarato ormai in più occasioni di voler trarre i maggiori insegnamenti per il suo futuro da tecnico. Chissà quindi che questo non possa spingerlo proprio fino a Bergamo come “allievo” del Gasp.

Il destino (quello sportivo, si intende) del calciatore nato ad Ostia quindi è ancora un rebus. Un rebus che presumibilmente verrà risolto a partire da giovedì, giorno che coincide con il ritorno dalle vacanze di De Rossi. A quel punto DDR16 dovrà riflettere su cosa sia meglio per il suo futuro e molto dell’esito di questa scelta dipenderà dal tipo di progetto propostogli dalle società interessate. A prescindere da quale sarà la destinazione, a giovarne è la Serie A che potrà continuare a contare su uno dei suoi grandi protagonisti almeno ancora per un anno. Perchè giocatori come De Rossi, a prescindere da quale maglia indossino, sono i “giocatori di tutti” e quello che è certo è che coloro che guardano la massima serie del campionato italiano siano contenti nel vedere questo grandissimo campione continuare la sua carriera in Italia.

Non resta che aspettare, con l’ormai concreta probabilità di rivederci ad agosto, caro Daniele. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here