Continua la nostra rubrica #spaziomercato sulle principali trattative di mercato delle squadre di Serie A. In questo articolo analizzeremo gli avvicendamenti di Sampdoria, Bologna e Sassuolo

Sampdoria

I blucerchiati, dopo una stagione costellata da molti alti e bassi, quest’estate hanno salutato mister Giampaolo per dare il “benvenuto” all’ex allenatore della Roma Eusebio Di Francesco. Le vicende societarie restano un fattore chiave per il futuro della Doria, nonostante ciò il presidente Ferrero e la dirigenza hanno puntato diversi giocatori interessanti per rinforzare l’organico. Quello che affascina di più è Gonzalo Maroni, un diez classe 1999 tutto da scoprire che ha messo in mostra ottime qualità durante i suoi primi anni in Argentina. Tra le ufficialità in entrata troviamo anche il nome di Fabio Depaoli, terzino molto duttile di 22 anni capace di giocare anche come intermedio di centrocampo e che nello scorso campionato ha collezionato 33 presenze con il Chievo. Gli obiettivi principali sono Ruslan Malinovskyi, per il quale c’è un forte interesse anche dell’Atalanta, Musa Barrow della stessa Dea e la conferma di Grégoire Defrel, da sempre molto apprezzato da Di Francesco.

In uscita, oltre ad Andersen che ha firmato con il Lione per una cifra di circa 30 milioni, ci sono Marco Sau, giocatore poco funzionale al nuovo allenatore, Gianluca Caprari che piace molto al Sassuolo, altri nomi meno noti come Krapikas e Baumgärtner, e Dawid Kownacki che resterà al Fortuna Düsseldorf.

Bologna

Dopo un finale di campionato avvincente, la squadra di Mihajlović sta facendo di tutto per tentare quel salto di qualità che potrebbe significare Europa League. Le prime ufficialità sono arrivate con i riscatti prestigiosi di Riccardo Orsolini, Nicola Sansone e Roberto Soriano, dal primo soprattutto ci si aspetta una definitiva consacrazione durante la prossima stagione dove partirà davanti nelle gerarchie rossoblu. Dal Chievo è approdato Mattia Bani, difensore centrale del 1993 che aumenterà la qualità delle rotazioni, mentre dall’Eredivisie è arrivato Jerdy Schouten, centrocampista tecnico arrivato a titolo definitivo dall’Excelsior. L’obiettivo prioritario del Bologna è quello di riportare al Dall’Ara Lyanco, ma la trattativa con il Torino sembra molto complicata visto che i granata non vogliono privarsi del 22enne brasiliano, mentre si continua a lavorare con il Genoa per l’ivoriano Christian Kouame.

In uscita ci sono Godfred Donsah e Ladislav Krejčí entrambi in direzione Turchia, rispettivamente all’Antalyaspor e Galatasaray. Forti dubbi restano sul futuro di Sebastien De Maio e Filip Helander, quest’ultimo soprattutto non ha convinto il tecnico serbo e sembra destinato a lasciare l’Emilia-Romagna.

Sassuolo

Le prime settimane di mercato dei neroverdi hanno portato due notizie di notevole importanza, la conferma di Roberto De Zerbi alla guida degli emiliani e la cessione illustre di Stefano Sensi all’Inter. In arrivo al Mapei Stadium c’è Francesco Caputo dall’Empoli, che a seguito della retrocessione sta smantellando la rosa, mentre gli obiettivi sono Mohamed Fares che però ha molto mercato, Gianluca Caprari della Sampdoria, trattativa che potrebbe sbloccarsi nei prossimi giorni, e Luca Pellegrini in prestito dalla Juventus. Attenzione agli apprezzamenti di De Zerbi agli attaccanti del Milan Andrè Silva e Patrick Cutrone, che restano dei potenziali uomini da sacrificare ma uno dei due potrebbe anche partire in prestito oneroso. Ad oggi comunque restano solo delle grandi suggestioni e senza fondamenti concreti, ma tutto dipenderà dal mercato in uscita dei rossoneri.

In uscita ci sono, oltre Demiral che è già approdato alla Juventus, Pol Lirola, ormai ad un passo dal trasferimento alla Fiorentina, Kevin Prince Boateng al ritorno dal prestito al Barcellona che ha offerte dalla Turchia, e Timo Letschert.

Lunedì prossimo torneremo con le trattative di Udinese, Spal e Parma.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here