A poco più di un mese dall’inizio della nuova annata calcistica, le big del campionato italiano si sono mosse sul mercato per regalare ai rispettivi allenatori rose all’altezza delle aspettative. In particolar modo, sembrano già piuttosto definiti i reparti difensivi, che, soprattutto nel campionato italiano, si sono spesso rivelati decisivi per il raggiungimento degli obiettivi stagionali: non è un caso che negli ultimi 12 anni lo scudetto sia stato sempre vinto dalla squadra che ha subito meno gol tra le 20 partecipanti. Andiamo dunque a vedere come sono nate o stanno nascendo le retroguardie delle 4 migliori squadre della nostra serie A, quelle che calcheranno i più importanti palcoscenici europei in Champions League.

Juventus

I bianconeri, campioni in carica per l’ottavo anno di fila, hanno concluso lo scorso campionato con il toccante addio ad una colonna del calcio italiano come Andrea Barzagli, e con il congedo di Caceres, preso a gennaio in una situazione di emergenza per rimpiazzare Benatia. Era dunque prevedibile un intervento deciso della Vecchia Signora sul mercato: il gruppo di difensori centrali composto da Chiellini, Bonucci e Rugani è stato rinfoltito con Merih Demiral, preso dal Sassuolo per 18 milioni di euro, e soprattutto col grande colpo ormai in dirittura d’arrivo Matthijs De Ligt, che verosimilmente sarà prelevato dall’Ajax per una cifra intorno ai 70 milioni di euro in queste ore. Sulle fasce, almeno finora, un solo cambio: Spinazzola alla Roma (per 29,5 milioni) in cambio di Luca Pellegrini (per 22 milioni) più un conguaglio di 7,5 milioni. Adesso c’è da capire solo se Cancelo verrà ceduto e, di conseguenza, rimpiazzato, mentre De Sciglio e Alex Sandro, a meno di sorprese, continueranno a vestire i colori bianconeri.

Risultati immagini per de ligt chiellini

Napoli

Pur dopo la cessione di Albiol al Villareal per 4 milioni di euro, i partenopei potranno vantare una delle coppie di difensori centrali più forti in Europa: alla certezza chiamata Kalidou Koulibaly verrà affiancato Kostas Manolas, la cui clausola rescissoria di 36 milioni di euro è stata versata nelle casse della Roma. Gli altri centrali presenti in rosa sono Maksimovic, Luperto, Chiriches (che presumibilmente rimarranno all’ombra del Vesuvio) e Tonelli, rientrato dal prestito alla Sampdoria e in attesa di una probabile nuova collocazione. Sulla fascia sinistra Ancelotti farà affidamento ancora a Mario Rui e Faouzi Ghoulam, con l’algerino ha voglia di tornare ad alti livelli dopo i grossi problemi fisici della passata stagione, mentre a destra, dopo l’acquisto di Giovanni Di Lorenzo dall’Empoli per 9 milioni di euro, è in uscita Elseid Hysaj, cercato dall’Atletico Madrid, con Kevin Malcuit invece confermatissimo.

Atalanta

La Dea, reduce dalla miglior stagione della sua storia, non sembra voler rivoluzionare la difesa ma rischia di dover far fronte a una cessione importante: quella di Gianluca Mancini, a un passo dalla Roma per sostituire Manolas. In entrata, oltre al già ufficiale Marco Varnier, preso per 5 milioni dal Cittadella, girano i nomi di Sergi Gomez del Siviglia (il difensore più accreditato a vestire la maglia nerazzurra nella prossima stagione) e di Kaan Ayhan del Fortuna Dusseldorf. Saranno ancora punti fermi del progetto bergamasco i centrali Masiello, Toloi, Djimsiti e Palomino, così come sulle fasce sono pronti a dare il loro contributo Castagne, Hateboer e Gosens.

Risultati immagini per toloi palomino masiello

Inter

I nerazzurri di Milano hanno costruito una difesa forte, punto di partenza per raggiungere traguardi più ambiziosi rispetto a quelli degli ultimi anni. Il nome più importante ufficializzato finora è quello di Diego Godin, preso a parametro zero dall’Atletico Madrid, che andrà a comporre una rocciosa linea difensiva insieme a Skriniar e De Vrij. Ceduto Miranda al Jiangsu Suning, gli altri difensori centrali presenti in rosa sono Ranocchia e il nuovo arrivato Alessandro Bastoni, unico mancino a disposizione di Conte, rientrante dalla buona stagione in prestito al Parma. I terzini della corsia mancina saranno, come l’anno scorso, Asamoah e Dalbert, mentre a destra, dopo il mancato riscatto di Cedric Soares, è arrivato l’esterno di spinta Valentino Lazaro. Da non dimenticare, infine, il versatile D’Ambrosio, in grado di ricoprire sia il ruolo di esterno di centrocampo sia quello di terzo di difesa, nel presumibile 3-5-2 che verrà adottato da Conte come modulo di gioco.

Risultati immagini per godin uruguay 2019

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here