Lo scorso 6 giugno l’imprenditore italo-americano Rocco Commisso acquistava ufficialmente la Fiorentina dai fratelli Della Valle per una cifra intorno ai 150 milioni di euro, tra l’entusiasmo della tifoseria viola, da tempo insofferente verso la proprietà italiana e ancora spaventata dal pericolo retrocessione, scampato solamente all’ultima giornata del campionato 2018/19.

Il nuovo proprietario si è presentato in Toscana chiedendo tempo per conoscere il calcio italiano ma promettendo obiettivi importanti. Commisso è entrato sin da subito in sintonia con i tifosi e la città, con slogan come “chiamatemi Rocco” o “non faccio promesse che non posso mantenere”. Dopo aver organizzato la società con l’aiuto di Joe Barone, suo fidato braccio destro, richiamato Daniele Pradè nel ruolo di ds e confermato un po’ a sorpresa Vincenzo Montella come allenatore, quando l’esonero sembrava molto probabile, il nuovo patron viola si è finalmente potuto dedicare al mercato.

Risultati immagini per commisso fiorentina

L’operazione più importante da affrontare nel mercato della nuova Fiorentina, insieme alla ormai ufficiale cessione di Jordan Veretout alla Roma, è stata e continua ad essere la questione Federico Chiesa. Il numero 25 viola, dichiarato incedibile dai Della Valle poco prima della cessione della società, ha da tempo un accordo con la Juventus per un ingaggio da circa 7 milioni netti a stagione e vorrebbe ripercorrere le stesse orme dell’amico Bernardeschi, arrivato all’ombra della Mole Antonelliana due estati fa; dal canto suo, Commisso eviterebbe volentieri di presentarsi alla piazza privandosi del giocatore più forte della rosa, per non replicare lo storico passaggio di Baggio ai rivali bianconeri. Al momento la Juve è impegnata nella trattativa Lukaku, con Icardi sullo sfondo, ma non è da escludere un tentativo di Paratici per il classe ’97, anche se l’idea della Fiorentina è quella di tenere il proprio gioiello per almeno un altro anno, a meno di offerte irresistibili.

Risultati immagini per chiesa federico 2019

A un mese dalla fine del mercato e a 3 settimane dall’inizio del campionato, il mercato della Fiorentina si è improvvisamente acceso e ha regalato i primi rinforzi a Montella: dal Sassuolo sono arrivati Kevin Prince Boateng e Pol Lirola. Il trequartista ghanese, dopo i 6 mesi col Barcellona e il mancato riscatto dei blaugrana, ha scelto di sposare l’ambizioso progetto gigliato (firmando un biennale) anche per questioni familiari. Secondo le idee di Montella, l’ex Milan, arrivato per circa 1 milione di euro, potrebbe agire da falso 9 andando a sostituire Muriel e il probabile partente Simeone. Lirola è reduce dal buon triennio in neroverde con 93 presenze, 3 gol e 12 assist tra tutte le competizioni, Europa League compresa. Il terzino di spinta spagnolo è stato inseguito a lungo dalla Fiorentina e l’operazione è stata chiusa sulla base di 12 milioni più 4 di bonus; Lirola può essere impiegato sia nel 4-3-3, sia nel 4-2-3-1, sia nel 3-5-2.

Risultati immagini per boateng fiorentina

Nonostante l’arrivo di Boateng, non sono terminate le manovre nel reparto offensivo, che l’anno scorso è stato il grande tallone d’Achille dei viola. Per questo motivo in attacco arriverà un’altra punta e il candidato numero 1 è Fernando Llorente, svincolatosi dal Tottenham e ora, a quanto pare, molto vicino all’approdo a Firenze. Oltre all’attacco e alla difesa la dirigenza si sta muovendo anche per migliorare il centrocampo. Sembra ormai tramontata l’ipotesi di un ritorno di Borja Valero, dato che l’agente del mediano spagnolo avrebbe chiuso le porte alla destinazione viola, ma il rinforzo più importante potrebbe arrivare comunque dall’Inter e si chiama Radja Nainggolan. Il belga, come già dichiarato apertamente da Marotta, non rientra nei piani di Conte e, dopo aver rifiutato la Cina per restare in Italia (influenti in tal senso i problemi di salute della moglie), sta valutando le varie offerte. Oltre ai toscani, tra le pretendenti ci sono Sampdoria e Cagliari: adesso l’ultima parola spetta al Ninja.

Risultati immagini per nainggolan 2019

Con la recente accelerata sul mercato, a Firenze si torna sperare in una stagione positiva sotto la guida di Montella, il quale dovrà dimostrare di essersi meritato la fiducia e avrà il compito di studiare il modulo migliore per far rendere la squadra, ripartendo dai nuovi acquisti e, come sperano tutti i tifosi, dal talento di Chiesa per puntare all’Europa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here