Mentre dal campo arrivano importanti risposte dopo l’amichevole giocata conto il Besiktas, vittoria per 2-0 grazie alla doppietta di Alfredo Donnarumma, dal mercato arriva un importante tassello per puntellare la difesa dei lombardi.
Dal Sassuolo arriva in prestito Giangiacomo Magnani, difensore centrale classe 1995.

La scorsa stagione il calciatore originario di Correggio ha disputato un buon campionato con la squadra allenata da Roberto De Zerbi, collezionando in totale 19 presenze.
Titolare nel girone di andata, dopo l’arrivo a gennaio di Merih Demiral, il giovane difensore italiano ha perso il posto da titolare, diventando la prima alternativa dopo il turco (nuovo giocatore della Juventus) e Gian Marco Ferrari.

Maiuscola la sua prestazione contro l’Inter alla prima giornata (che coincise anche con il suo esordio in Serie A) nel quale si trovò a marcare un certo Mauro Icardi: in quell’occasione il Sassuolo vinse con il punteggio di 1-0.

Importante per le rondinelle l’ingaggio di un difensore che ha già calcato il palcoscenico della massima serie. Magnani va ad aggiungersi agli acquisti di Joronen, Ayé e Chancellor: questi ultimi però, tutti provenienti da campionati esteri e di conseguenza avranno bisogno di tempo per ambientarsi al meglio.

Per cercare di non ripetere le recenti esperienze di Frosinone, Carpi e Benevento degli ultimi anni che, dopo essere brillantemente salite in Serie A non sono riuscite a raggiungere l’obiettivo della salvezza, è fondamentale completare la rosa con altre pedine di un certo spessore, abituati a confrontarsi con avversari di alto profilo.

Inoltre, la coppia di attaccanti composta da Ernesto Torregrossa e Alfredo Donnarumma che tanto bene ha fatto lo scorso anno in B, rispettivamente 12 e 25 gol nel campionato cadetto 2018/2019, è attesa dall’esame di maturità chiamato Serie A. Anche nel reparto offensivo molto probabilmente serve un giocatore esperto, che conosca la massima categoria.

Nel frattempo, per il mister Eugenio Corini l’obiettivo è quello di arrivare nelle migliori condizioni in vista dell’esordio in campionato a Cagliari, tra l’altro ex squadra del patron Massimo Cellino.

E con un presidente così ambizioso, il mercato del Brescia non finirà di certo qui.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here