Ieri sera alle ore 21:00 la sfida tra il Liverpool e la neopromossa Norwich ha dato il via alla Premier League 19/20. La squadra di Klopp ha iniziato ad Anfield un nuovo assalto ad un trofeo che manca dalla bacheca dei Reds addirittura dal 1990. Un trofeo che l’anno scorso è sfuggito per un soffio (98 punti del Manchester City contro i 97 dei “rossi del Merseyside”). La squadra di Klopp ha ricominciato come aveva finito, con una schiacciante vittoria per 4-1 in una partita più che a senso unico. Una Premier che anche quest’anno si preannuncia come il campionato più competitivo tra i top campionati europei. Nel proseguio dell’articolo andremo a vedere come si presentano le Big Six e le loro ambizioni nel campionato che verrà.

Manchester City

Iniziamo la nostra analisi dai campioni in carica. La squadra di Guardiola si è laureata campione nella stagione 18/19 collezionando 98 punti, frutto di 32 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte. Un cammino spaventoso tramutatosi nella certezza del titolo solo all’ultima giornata visto l’altrettanto straordinario campionato disputato dal Liverpool, con cui il City ha dato vita ad un testa a testa che sarà ricordato ancora a lungo. Giocoforza gli Sky Blues si presentano come la squadra favorita anche in questa stagione, con il mercato che ha aggiunto ancora più qualità ad una squadra già stellare grazie agli innesti di Cancelo, Angelino e Rodri. La stagione che sta per iniziare vedrà il City senza il suo storico capitano Vincent Kompany, tornato all’Anderlecht dopo 10 anni di militanza nei Citizens. L’unico punto interrogativo riguarda le energie che la Champions League sottrarrà alla rincorsa alla Premier, visto che è lecito aspettarsi un all-in del City per provare a sollevare quella coppa inseguita vanamente da un lustro ormai.

Risultati immagini per manchester city

Liverpool

Al contrario del City, il Liverpool si presenta a questa nuova stagione con il titolo di Campione d’Europa, conquistato lo scorso primo giugno nella finale tutta inglese al Wanda Metropolitano contro il Tottenham. Per i reds la Premier League è una vera e propria ossessione visto che manca dalla loro bacheca da 29 anni (ultima vittoria nella stagione 89/90). Al contrario dei Citizens, ci aspettiamo che Klopp concentri gran parte delle sue attenzioni al campionato, visto che i tifosi dopo essere tornati sul tetto d’Europa vogliono tornare a primeggiare anche all’interno dei confini nazionali. Il mercato ha reso quasi immutata la rosa, visto che sul fronte entrate è arrivato solo il 17enne difensore centrale Sepp van den Berg, un acquisto che chiaramente guarda più al futuro che al presente. Sul fronte cessioni dobbiamo ricordare gli adii di Mignolet e Sturridge, finiti ormai ai margini delle rotazioni di Klopp. Con un City distratto dall’Europa, questo potrebbe essere veramente l’anno giusto per riportare la Premier nel Merseyside.

Risultati immagini per liverpool

Chelsea

La preseason 2019/2020 è stata una delle più singolari della storia recente dei Blues. Il blocco del mercato non ha permesso investimenti per migliorare la rosa, l’unico arrivo è quello del giovane statunitense Pulisic (preso lo scorso gennaio dal Borussia Dortmund). Visto il blocco, hanno lasciato Cobham i soli Hazard (alla quale era stata da tempo promessa la cessione al Real Madrid) e David Luiz, passato ai “cugini” dell’Arsenal. La perdita del numero 10  belga potrebbe rivelarsi fatale nella rincorsa ad un posto in Champions, che anche quest’anno è l’obiettivo più realistico per i Blues. A tutto ciò si aggiunge l’incognita dell’allenatore che ha rimpiazzato Maurizio Sarri nella non facile panchina di Stamford Bridge, l’ex capitano e bandiera Frank Lampard. L’ex numero 8 blues arriva da un’ottima annata con il Derby County, con il quale ha sfiorato la promozione in Premier League. Questa è però la sua prima esperienza in una big, ciò unito alla giovane età e all’immobilismo forzato sul mercato inducono “Frankie” a lavorare duro per confermare un piazzamento nella massima competizione europea per club.

Risultati immagini per frank lampard chelsea

Tottenham

Gli Spurs arrivano a questa nuova stagione da vicecampioni d’Europa e dopo aver condotto un mercato da protagonisti, a differenza della passata stagione. Sono infatti arrivati i talentuosi centrocampisti Tanguy Ndombele e Giovanni lo Celso, rispettivamente dal Lione e dal Betis Siviglia. Inoltre sul gong del calciomercato è arrivato dal Fulham il promettente esterno Ryan Sessegnon. Sul fronte partenze hanno lasciato il nord di Londra Trippier e Llorente. Alla luce di tutto ciò i Pochettino boys si candidano al ruolo di terza forza del campionato e potranno provare anche ad infastidire City e Liverpool per il titolo. Quest’ultima possibilità dipenderà molto anche da un’eventuale permanenza del gioiello Eriksen, faro del centrocampo degli Spurs. Il danese, con contratto in scadenza nel 2020, è ambito da entrambe le squadre di Madrid e potrebbe lasciare la squadra in questa sessione di mercato direzione Spagna. Il reparto meno attrezzato sembra essere anche in questa stagione la difesa, che più volte si è dimostrata non all’altezza nelle passate stagioni.  Ad ogni modo, ci sembra molto probabile una conferma nelle prime quattro per il Tottenham.

Risultati immagini per giovani lo celso tottenham

Arsenal

I gunners sono reduci dall’ennesima stagione deludente della loro storia recente. L’ennesimo quinto posto ha lasciato ancora fuori la squadra di Emery dalla Champions League. Gran parte della responsabilità degli insuccessi della squadra del North London deriva dalle grandi lacune mostrate in fase difensiva negli ultimi anni. L’acquisto di David Luiz e del giovane terzino sinistro Kieran Tierney non potranno essere la soluzione a tutti i problemi difensivi, vista anche la cessione del capitano Koscielny. Per quanto riguarda gli altri reparti gli arrivi di Dani Ceballos dal Real Madrid e di Nicolas Pepè dal Lille sono andati a colmare i vuoti lasciati dalle partenze di Ramsey e Welbeck. Un Arsenal che quindi ancora una volta dovrà sgomitare per garantirsi il ritorno in Champions League, molto dipenderà come detto in precedenza dalla fase difensiva, visto che l’attacco è uno tra i migiori del campionato. Arsenal che presumibilmente se la dovrà vedere con Manchester United e Chelsea per la quarta piazza.

Risultati immagini per arsenal

Manchester United

Concludiamo la nostra analisi con i Red Devils, reduci da una stagione molto travagliata. L’arrivo di Solskjaer sembrava aver dato nuova linfa, ma l’effetto è durato appena due mesi con la squadra che ha terminato il campionato in sesta posizione, mancando la qualificazione alla Champions League. Per risalire la classifica in questa stagione lo United ha portato a termine l’acquisto del difensore più costoso dell’era del calciomercato, Harry Maguire, pagando la bellezza di 87 milioni di euro. A questo va aggiunto l’arrivo del promettente terzino destro Wan-Bissaka per 55 milioni dal Crystal Palace. Uno United che quindi ha deciso di investire sulla difesa per tornare tra le prime quattro, anche se i mancati arrivi di sostituti dei partenti Ander Herrera e Lukaku lasciano più di una perplessità su quello che possa essere il cammino dei Diavoli Rossi nella Premier League che verrà. Con la telenovela Pogba che, in caso di cessione del francese, potrebbe indebolire significativamente la squadra. Starà a Solskjaer quindi cercare di trovare la giusta formula per far tornare grande una squadra dal passato glorioso, che oggi è in netta difficoltà.

Risultati immagini per harry maguire united

Non ci resta quindi che metterci comodi e goderci lo spettacolo del campionato più seguito e spettacolare di tutto il mondo. GOD SAVE THE PREMIER LEAGUE!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here