Mentre i vari tornei europei procedono, prima della terza battuta d’arresto stagionale che avverrà tra una settimana, a causa degli impegni che i calciatori dovranno affrontare con le loro rispettive Nazionali, le società iniziano a guardare al mercato invernale che comincerà, per quel che riguarda i principali campionati, tra l’1 e il 4 gennaio. Sessione importante, quella invernale, nella quale le squadre potranno completare, qualora ne sentissero l’esigenza, l’organico in vista della seconda parte di stagione.

Non è questo, tuttavia, il solo aspetto da considerare: a partire dai primi mesi del 2020, infatti, i calciatori che andranno in scadenza nel mese di giugno avranno già la possibilità di accordarsi con altre squadre per la stagione 2020-21. E, in tal senso, diverse potrebbero essere le formazioni interessate ad alcuni pezzi pregiatissimi che, se presi a zero, diverrebbero dei veri e propri “colpi” di calciomercato. Andiamo a scoprire assieme alcuni dei giocatori che, al momento, non hanno ancora rinnovato il loro contratto.

Lo desiderano i più importanti club europei, ma una sola squadra potrà acquistare Christian Eriksen. Difficile inquadrare l’inizio di stagione del trequartista danese che, forse complici le trattative che lo avevano riguardato già in estate, non sta rendendo come negli anni passati, nonostante il suo patrimonio tecnico indiscusso e di livello superiore. Per lui, si potrebbe scatenare un’asta incredibile. Il Real Madrid, che aveva provato a strapparlo al Tottenham, come già detto, nella sessione estiva di questo calciomercato appena trascorso, non abbassa la guardia e potrebbe pensare di affondare il colpo, con un’offerta monstre, in inverno per anticipare la concorrenza. Sul classe 1992, ci sono gli occhi anche della Juventus, ad esempio, che, da sempre attenta a queste logiche di mercato, potrebbe decidere di fare un tentativo, specie se Maurizio Sarri dovesse decidere di insistere sul rombo a centrocampo. Attenzione anche a Bayern Monaco e Manchester United che, per dare nuova linfa alla linea mediana, potrebbero virare proprio su Eriksen, il calciatore che stuzzica il palato di tanti…

È ancora tutto da scrivere il futuro di Willian e Pedro. Sia “l’uomo delle Coppe” sia l’esterno offensivo brasiliano hanno la possibilità di liberarsi a zero dalla prossima stagione. Il recordman spagnolo, malgrado i 32 anni, non va assolutamente sottovalutato: le qualità che lo hanno reso un giocatore-chiave, un tassello essenziale per ogni allenatore, rimangono evidenti. Stando alle indiscrezioni, alcuni sondaggi potranno essere fatti, nelle prossime settimane, anche dall’Inter e dal Milan pronte alla bagarre. Ci sono i fari della Juventus e del Barcellona, invece, su Willian che ha dichiarato di “voler continuare con i Blues”. Il discorso fatto per Pedro, però, sembrerebbe valido anche per il brasiliano: qualora non si trovasse la quadra nel contratto, il Chelsea potrà scegliere di liberarli affidandosi ad altri interpreti. Scenario da definire…

La situazione è piuttosto calda in casa Napoli. Dopo le dichiarazioni di Aurelio De Laurentiis, José Maria Callejon e Dries Mertens sono stati di fatto, almeno per il momento, “scaricati”. Il Presidente della società partenopea ha fatto capire, soltanto una settimana fa, della distanza che appare, ad oggi, difficile da colmare per giungere ad un accordo. Incalzato dai giornalisti, anche Marek Hamsik, presente in tribuna martedì per assistere alla gara tra Napoli e Atalanta, ha avuto modo di esprimere il suo parere: “Mi auguro possano restare ancora a lungo. Callejon e Mertens in Cina? Lo dite voi, io non so niente.” Da sempre legati ai suoi due beniamini, di sicuro i tifosi si augurano di vedere ancora le gesta tecniche dei due calciatori diventati autentici “idoli”.

Antenne dritte per quanto riguarda i movimenti francesi. Al PSG, infatti, a fare le valigie la prossima stagione potrebbero essere due calciatori: Thomas Meunier ed Edinson Cavani. Come rilanciano i quotidiani in Francia, il club parigino non molla la pista che si era accesa negli ultimi giorni di agosto che, per mancanza di tempo e difficoltà oggettive, non si è potuta concretizzare: uno scambio che avrebbe visto coinvolti Mattia De Sciglio, dirottato in Ligue 1 e l’esterno difensivo belga sopra-citato che avrebbe fatto il percorso opposto. Suggestione ancora possibile? Di sicuro, è in discussione ormai, dopo aver perso la titolarità ai danni di Mauro Icardi, sempre più finalizzatore e al centro di un attacco ben allestito, il posto di Edinson Cavani. Il centravanti uruguayano rimane un bomber di sicuro affidamento, ma la carta d’identità potrebbe iniziare ad essere un’ostica avversaria. Un po’ come per Oliver Giroud che pare essere finito ai margini a causa dell’ascesa del giovanissimo Tammy Abraham, capace di siglare otto reti in dieci partite disputate. Menzione ultima, per quanto concerne ancora il PSG, per Thiago Silva che aveva dichiarato di “voler chiudere la carriera a Parigi”. E a 35 anni, considerando la sua centralità nel reparto difensivo, pare complicato ipotizzare un futuro diverso.

Tra la Spagna e la Germania, la lista diventa sempre più folta. A cominciare da Stefan Savic, centrale e punto di riferimento della difesa dell’Atletico Madrid che, però, con ogni probabilità, rinnoverà. Luka Modric, il calciatore che detiene l’ambito premio del Pallone d’Oro, che viene da una stagione non esaltante come quella precedente che l’aveva visto protagonista nella cavalcata con il Real Madrid e con la Croazia giunta alla finale dei Mondiali 2018. A Dortmund ci sono Raphael Guerreiro e Mario Goetze che, dopo aver avuto trascorsi di svariati anni in Germania con la casacca giallo-nera, potrebbero decidere di cambiare aria per una nuova esperienza.

In Inghilterra, ci sono tanti altri atleti. Tra gli Spurs, oltre al già citato Eriksen, fanno gola alle squadre pronte a rinforzarsi in difesa Alderweireld e Vertonghen, il primo, peraltro, ad un passo dalla Roma e vicino a salutare la Premier League già la scorsa estate. A Manchester (sponda City), pronti a salutare, nonostante il rapporto ottimo avuto con Pep Guardiola durante questi anni, Fernandinho (Rodri lo ha di fatto scalzato nel ruolo di metronomo) e David Silva. Sul fronte United, Nemanja Matic, pallino di Antonio Conte, può approdare all’Inter. Già a gennaio? Suggestione da monitorare.

Finiamo in Italia con Juventus, Atalanta, Roma e Milan. Fabio Paratici, dopo l’avvio positivo di Blaise Matuidi e Juan Cuadrado, quest’ultimo rigenerato nella posizione di terzino destro, ha aperto la possibilità di sedersi ad un tavolo con gli agenti per trattare il prolungamento. Stessa cosa si dovrebbe verificare per Giorgio Chiellini: in un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport qualche giorno fa, il capitano della Vecchia Signora si è detto ottimista per il recupero dall’infortunio che lo terrà lontano dal manto verde almeno fino a febbraio.

Tra i bergamaschi, vanno in scadenza calciatori che hanno rappresentato una base solidissima per il progetto tecnico di Gian Piero Gasperini: su tutti Josip Ilicic, ma anche Palomino e Toloi. Potrà liberarsi anche la freccia mancina della Roma, (Alexsandar Kolarov, ndr), di Paulo Fonseca: siamo sicuri però che i giallorossi vogliano privarsi della corsa e delle fiammate del serbo? Concludiamo quest’elenco ricco e molto ampio con Giacomo Bonaventura, finalmente recuperato e pronto a tornare con prepotenza e forza sul terreno di gioco prima di discutere di altre questioni legate al suo contratto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here