Si terranno nel tardo pomeriggio di oggi a Bucarest i sorteggi della fase finale di Euro 2020: proviamo a mettere ordine tra i numerosi criteri che determineranno la composizione dei sei gironi da quattro squadre.
Avvertenza: se vi siete svegliati con il mal di testa, chiudete subito questo articolo. Potrebbe solo peggiorare.

Il prossimo Europeo, che prenderà il via con la gara inaugurale all’Olimpico di Roma il 12 giugno, sarà il primo davvero itinerante nella storia della manifestazione: dodici Paesi ospitanti, dodici città, dodici stadi. Nessuna nazionale qualificata di diritto. Venti sono state individuate attraverso il percorso delle Qualificazioni (le prime due di ognuno dei dieci gironi) concluse di recente: le quattro restanti verranno fuori dagli Spareggi del 26-30 marzo 2020.

Le teste di serie
La divisione nelle quattro fasce per il sorteggio avviene sulla base di quanto avvenuto nelle Qualificazioni: posizione finale, punteggio, differenza reti, fino ad arrivare eventualmente al posizionamento nella passata Nations League, determinano l’inserimento nelle fasce da 1 a 4. Italia e Belgio, ad esempio, vincitrici a punteggio pieno del proprio girone di Qualificazione, si trovano in prima fascia. I Campioni del Mondo in carica della Francia nella seconda, il Portogallo (che ha staccato il pass come secondo alle spalle dell’Ucraina) di Cristiano Ronaldo addirittura in terza. Riepiloghiamo quindi le teste di serie:

Fascia 1
Belgio
Italia (nazione ospitante)
Inghilterra (nazione ospitante)
Germania (nazione ospitante)
Spagna (nazione ospitante)
Ucraina

Fascia 2
Francia
Polonia
Svizzera
Croazia
Olanda (nazione ospitante)
Russia (nazione ospitante)

Fascia 3
Portogallo
Turchia
Danimarca (nazione ospitante)
Austria
Svezia
Repubblica Ceca

Fascia 4
Galles
Finlandia
Vincente Percorso A spareggi (Islanda, Bulgaria, Ungheria, Romania)
Vincente Percorso B spareggi (Bosnia-Erzegovina, Slovacchia, Repubblica d’Irlanda, Irlanda del Nord)
Vincente Percorso C spareggi (Scozia, Norvegia, Serbia, Israele)
Vincente Percorso D spareggi (Georgia, Macedonia del Nord, Kosovo, Bielorussia)

Sorteggi Euro 2020

Le sedi
Come detto i paesi ospitanti sono dodici e, per permettere ad ognuno di essi di giocare almeno due turni della fase a gironi in casa (ovviamente se la nazionale in questione ottiene la qualificazione), sono stati determinati a priori gli accoppiamenti di Gruppo e relative sedi. Gli incontri del Gruppo A ad esempio, quello in cui è stata inserita l’Italia, si terranno così all’Olimpico di Roma e all’Olympic Stadium di Baku (Azerbaijan).
Di seguito tutti gli abbinamenti (in grassetto le squadre che hanno ottenuto il pass attraverso le Qualificazioni, * indica invece le formazioni ancora coinvolte negli spareggi):

Gruppo AItalia (Stadio Olimpico, Roma), Azerbaijan (Olympic Stadium, Baku)
Gruppo BRussia (Saint Petersburg Stadium), Danimarca (Parken Stadium, Copenhagen)
Gruppo COlanda (Johan Cruijff ArenA, Amsterdam), Romania* (National Arena, Bucarest)
Gruppo DInghilterra (Wembley Stadium, Londra), Scozia* (Hampden Park, Glasgow)
Gruppo ESpagna (Estadio de San Mamés, Bilbao), Repubblica d’Irlanda* (Dublin Arena)
Gruppo FGermania (Fußball Arena München, Monaco), Ungheria* (Puskás Aréna, Budapest)

Ecco il primo problema: Russia e Danimarca, entrambe già qualificate ed entrambe sedi del Gruppo B, hanno avuto bisogno di un sorteggio per stabilire quale delle due disputerà tutti e tre gli incontri del girone davanti al proprio pubblico. Ad avere la meglio è stata la Danimarca, che giocherà quindi lo scontro diretto con i russi in casa.
Secondo problema: il fatto che i Paesi ospitanti conoscano già il Gruppo in cui sono collocati, riduce notevolmente i possibili abbinamenti che usciranno dal sorteggio di Bucarest: gli Azzurri non potranno ad esempio incrociare l’Olanda, che è sì in Fascia 2 ma è sede del Gruppo C. Così come la Russia, anch’essa in Fascia 2, sa già che dalla Fascia 1 riceverà dal “sorteggio” per forza di cose il Belgio: perché gli altri (Italia, Inghilterra, Germania e Spagna) sono tutti paesi ospitanti, e quindi assegnati di default ai diversi Gruppi, mentre l’abbinamento con l’Ucraina viene escluso per ragioni politiche.

Già, perché tra i molti criteri considerati entrano in gioco anche quelli geopolitici: detto di Russia e Ucraina, il Comitato Esecutivo dell’UEFA ha deciso di non abbinare anche il Kosovo, qualora riuscisse a qualificarsi attraverso gli Spareggi, con Serbia, Bosnia-Erzegovina o Russia.
Ulteriore mal di testa è dato dai Paesi ospitanti che risultano ancora in corsa negli Spareggi: l’Ungheria ad esempio, sarà una delle due sedi del gruppo F. Dovesse vincere il proprio spareggio (percorso A, con Islanda, Bulgaria e Romania), farà ovviamente parte del Gruppo F. Se invece la vincente del percorso A dovesse essere la Romania, ecco che andrebbe a completare il Gruppo C di cui Bucarest è sede insieme ad Amsterdam.

I gironi di Euro 2020
Prima di perdere definitivamente le speranze, andiamo allora a riepilogare tutti i possibili abbinamenti che usciranno dall’urna oggi alle 18:

Gruppo A (città ospitanti: Roma, Baku)
Italia
Francia/Polonia/Svizzera/Croazia
Portogallo/Turchia/Austria/Svezia/Repubblica Ceca
Finlandia/Galles

Gruppo B (San Pietroburgo, Copenhagen)
Belgio
Russia
Danimarca
Finlandia/Galles

Gruppo C (Amsterdam, Bucarest)
Ucraina
Olanda
Portogallo/Turchia/Austria/Svezia/Repubblica Ceca
Vincente Percorso A o D spareggi

Gruppo D (Londra, Glasgow)
Inghilterra
Francia/Polonia/Svizzera/Croazia
Portogallo/Turchia/Austria/Svezia/Repubblica Ceca
Vincente Percorso C spareggi

Gruppo E (Bilbao, Dublino)
Spagna
Francia/Polonia/Svizzera/Croazia
Portogallo/Turchia/Austria/Svezia/Repubblica Ceca
Vincente Percorso B spareggi

Gruppo F (Monaco, Budapest)
Germania
Francia/Polonia/Svizzera/Croazia
Portogallo/Turchia/Austria/Svezia/Repubblica Ceca
Vincente Percorso A o D spareggi

Sperando di avervi aiutato a schiarire un po’ le idee, vi chiediamo un favore: nessuno dica a Roberto Mancini che, nonostante uno storico record di vittorie consecutive, potrebbe ritrovarsi in un girone con i Campioni del Mondo, Cristiano Ronaldo e Gareth Bale

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here