Come di consueto quest’oggi torna la rubrica #spazioserieb, la quale settimanalmente vi racconta quanto accaduto nel weekend di cadetteria, prendendo in considerazione la nuova classifica, i risultati a sorpresa ed i periodi positivi e/o negativi delle squadre più chiacchierate della settimana. Nel mentre in campo scendono sei squadre di Serie B, per sognare il passaggio agli ottavi di Coppa Italia, noi vi raccontiamo il quattordicesimo turno del campionato cadetto.

Serie B

Turno di B che ha vissuto il suo primo atto nella giornata di venerdì, quando sul rettangolo verde del San Vito si sono affrontate Cosenza e Spezia per uno scontro salvezza. La compagine calabra e quella ligure non sono andate oltre al pari, pareggiando per 1-1; in gol per i padroni di casa il solito Rivière nel corso dei primi quarantacinque di gioco, mentre per gli ospiti il gol del pareggio ha visto protagonista l’ex Sassuolo, Antonino Ragusa. Entrambe le formazioni non hanno comunque risolto granché, difatti hanno confermato il loro rispettivi posizionamenti: Spezia in zona play-out che occupa la sedicesima posizione, Cosenza che al momento dovrebbe retrocedere al netto dei soli 13 punti raccolti fino ad oggi, che gli valgono la diciottesima posizione.

Il sabato di B ha confermato l’ottimo periodo di forma del Benevento, che sembra ormai essere padrone assoluto della vetta, grazie al sesto risultato utile consecutivo arrivato dopo la vittoria in trasferta per 0-2 ai danni del Venezia. Nove i punti di vantaggio dei campani sul Crotone, club calabro che è stato fermato tra le mura amiche dall’ostico Cittadella; amaranto che hanno annullato il vantaggio degli squali siglato da Marrone, nel finale con l’incornata su corso di calcio d’angolo di Luppi. Friulani che balzano in quarta posizione, a pari merito di Pordenone e Crotone, rispettivamente terza e seconda in classifica. Frosinone di Nesta che torna a far bene, asfaltando in casa l’Empoli, per quattro reti a zero, grazie alle marcature di Beghetto, Dionisi, Novakovic e Zampano.

I ciociari giungono nella parte sinistra della classifica raggiungendo quota 20 e superando gli avversari toscani, che continuano a steccare le gare più importanti della stagione. Termina a reti bianche il match di bassa classifica tra Cremonese e Livorno. I toscani, al contrario dei lombardi che rimangono in quindicesima posizione, retrocedono addirittura in ultima posizione, causa la vittoria nella domenica del Trapani. La Salernitana dell’ex ct Ventura continua a non vincere, ma ritorna a fare punti dopo le sconfitte con Cremonese e Juve Stabia, pareggiando tra le mura amiche contro l’Ascoli. In gol per i granata il giovane Lombardi, mentre per i marchigiani il gol del pareggio è stato siglato da Scamacca, giocatore di proprietà del Sassuolo, che con il gol in quel di Salerno, sigla il terzo gol negli ultimi due match.

Serie B

La domenica di Serie B ha visto il Chievo cadere sul campo del Trapani, per 1-0, contro un club che ora come allora si ritrova in piena zona retrocessione. In gol per i padroni di casa Evacuo, che poco dopo la mezzora della prima frazione di gioco ha deciso la gara, grazie alla sua rete. Ottimi i tre punti per gli amaranto che hanno superato il Livorno; mentre il Chievo rimane in zona play-off, a pari punti con l’Ascoli, a quota 21 punti. Dopo oltre un mese durante il quale ha guadagnato un solo punto, la Virtus Entella è tornata a vincere, sfruttando al meglio la ghiotta occasione contro la modesta formazione campana della Juve Stabia.

I gol di Giuseppe De Luca e di Eramo, sono risultati di vitale importanza per la risalita in dodicesima posizione, ad una sola lunghezza dalla zona privilegiata della classifica. Vespe campane, che per la loro fortuna, non hanno perso la diciassettesima posizione, che non li distanzia molto dal sogno salvezza. Anche il Perugia torna alla vittoria ed assapora il sogno promozione diretta, superando per 3-1 il buon Pescara, grazie alla doppietta del solito Iemmello, capocannoniere del torneo, ed al gol di Capone. Successo che gli vale la quinta posizione a 22 punti, a pari merito con Cittadella, Pordenone e Crotone. La rete del giovane talento Machin non può bastare al Pescara che si ferma dopo tre risultati utili consecutivi, rimanendo in coda alla zona play-off.

L’ultimo atto del quattordicesimo turno di Serie B, ha visto in primo piano Pisa e Pordenone, che all’Arena Garibaldi si sono date filo da torcere, nonostante il risultato finale parli diversamente. Difatti, il 2-0 deciso dalla doppietta di un claudicante Marconi nel corso dei primi venti di gara, ha regalato una vittoria importantissima ai toscani, che hanno conquistato la nona posizione a pari punti con il Pescara. Il Pordenone nonostante si sia più volte avvicinato al gol del pareggio, a testimonianza ciò il palo di Strizzolo allo scoccare del minuto dieci del primo tempo, è stato molto sfortunato ed ha perso la seconda posizione causa la migliore differenza reti da parte del Crotone.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here