Dopo una settimana di pausa torna la rubrica #icone, eccezionalmente di martedì, per parlare di una nuotatrice che ha dominato i primi anni dello scorso decennio per poi scomparire nel nulla. La lunghezza del suo palmarès è inversamente proporzionale a quello della sua carriera. Il suo nome è Melissa, meglio nota come Missy Franklin.

Qualche numero a cinque cerchi

Missy Franklin nasce a Pasadena nel maggio 1995 e, come buona parte dei nuotatori professionisti, si avvicina alla vasca molto presto. Ciò che fa specie è raccontare Melissa come una leggenda, considerando che deve ancora compiere 25 anni, eppure la sua carriera è stata tanto entusiasmante quanto breve. Ai giochi di Londra 2012, appena diciassettenne, vince quattro ori olimpici. Facciamo chiarezza: quattro medagli d’oro significano che se Missy Franklin fosse una nazione si sarebbe posizionata al terzo posto nel medagliere del nuoto. La Cina, non esattamente l’ultima delle nazionali, ha concluso la rassegna a quota cinque ori (comprendendo uomini e donne). Quattro ori nel nuoto al femminile l’Italia non li ha vinti neanche sommando tutti i Giochi Olimpici della storia… Bene ora abbiamo compreso il calibro della ragazza.

Missy Franklin

Qualche numero iridato

Non bastassero i titoli olimpici, a cui si somma l’oro nella 4×200 SL a Rio 2016, Missy Franklin tra il 2011 ed il 2015 ha fatto incetta di medaglie anche ai campionati mondiali. 11 ori, 2 argenti e 3 bronzi… Tutto ciò ricordando che l’eroina californiana all’età di 21 anni possedeva già un palmarès migliore del 90% (forse anche di più) dei suoi colleghi professionisti. Il nome di Melissa è entrato nella storia ai mondiali di Barcellona 2013 quando è diventata la prima donna a vincere 6 medaglie nella stessa rassegna iridata. Inoltre, essendo esplosa quasi in contemporanea con l’altra marziana statunitense Katie Ledecky, si posiziona al secondo posto nella classifica all-time di medaglie ai campionati mondiali al femminile.

Cos’è andato storto?

Cosa sarebbe successo se Missy Franklin non si fosse ritirata? Probabilmente il suo bottino olimpico sarebbe in doppia cifra e quello iridato supererebbe quota 15, eppure la sfortuna ha voluto diversamente. Il suo nuoto molto aggressivo e di potenza, con la quale ha dominato le distanze veloci (100 e 200) a stile e a dorso), gli ha portato la spalla al limite per poi superarlo. A seguito di due interventi chirurgici Missy Franklin ha preso la decisione di abbandonare la vasca per ricominciare ancora giovanissima una nuova vita, a malincuore. Il giorno del suo ritiro, il 19 dicembre 2018, ha preso il tutto con grande filosofia dichiarando:

C’è voluto molto per dire “mi ritiro” ma ora sono pronta. Sono pronta a non sentire dolore ogni giorno, a essere una moglie e un giorno una madre. Sono pronta per il resto della mia vita. Questa non è la fine ma un nuovo inizio

Missy Franklin

Quello che resta dalla carriera di Missy Franklin è un grande amaro in bocca perché campionesse del suo calibro nascono ogni vent’anni. Abbiamo avuto la fortuna di vederla nuotare, di vederla sorridere sul gradino più alto del podio. Ora, a 25 anni da compiere, non sentiremo più parlare di lei, ma ciò che è certo è la sua presenza nell’Olimpo del nuoto. Missy Franklin è la nostra icona di oggi, una ragazza che ha unito talento, forza fisica e tanta sfortuna. Journalism Zoom vi dà appuntamento a lunedì prossimo con la rubrica #icone.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here