La nuova settimana è appena iniziata e per affrontarla c’è bisogno della ”Beatrice” di turno. La tredicesima figurina da attaccare all’album de ”Le Beatrici, storie di donne di Serie A” è una di quelle speciali. Si tratta di una di quelle figurine che luccicano, una di quelle rare per cui si scartano decine e decine di pacchetti. È la figurina di Agnese Bonfantini. 

Nella giornata del Derby d’Italia e degli acuti di Fiorentina e Milan, a prendersi le copertine è la classe ’99 che ha spadroneggiato in mezzo al campo nella sfida vinta dalle giallorosse sull’Hellas Verona. 

Già al ventesimo del primo tempo la ventenne piemontese deposita in rete il pallone del momentaneo 2 – 0 per le padrone di casa.  Un lesto e furbo colpo di collo pieno, al volo, con il destro, così ha firmato il centesimo gol della storia dell’AS Roma Femminile. Nonostante la giovane età è una che all’appuntamento con la storia non arriva mai in ritardo: poco più di un mese fa è stato suo il primo gol del 2020, nonché del nuovo decennio, quello della svolta. 

E cosa c’è di meglio del secondo gol di Agnese per fotografare il nostro campionato che sta crescendo di partita in partita con delle accelerazioni entusiasmanti?

La Roma conduce per 3 – 0 e sono passati appena dieci minuti dalla prima marcatura della numero 22 che però non sembra essere sazia. Fiuta un pallone vagante a centrocampo, lo raggiunge velocemente, se lo allunga in profondità, sguscia tra due avversarie e le brucia sul tempo arrivando di gran carriera davanti alla porta. È un gol di pregevole fattura quello che le vale la doppietta personale e il poker di squadra.

Le ragazze di Betty Bavagnoli vogliono seguire la scia delle prime della classe e lo stanno dimostrando prendendo sempre più consapevolezza dei mezzi che hanno. L’inizio scaligero era stato buono ma a riposo si va con l’eloquente vantaggio di 5 reti. Nella seconda frazione di gioco succede tutto nel primo giro d’orologio: la numero 22 porta palla, arriva al limite, triangola con Andressa e, con il sinistro, deposita la la sfera nel sacco. Nessuna giocatrice della AS Roma aveva mai realizzato una tripletta, sugli almanacchi va ancora scritto il nome di Agnese Bonfantini. C’è da chiedersi se siano i record a cercarla o lei a trovare loro. Sta di fatto che la giovane attaccante azzurra è sempre al posto giusto al momento giusto. 

Intanto Milena Bertolini osserva tutto e si gode le veterane e la giovane Italia. Certo, non vorremmo essere al suo posto quando dovrà scegliere ma questo può significare solo che siamo in ottime mani… e piedi. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here