Nello stato del Karnataka, sud-ovest dell’India, la stagione del Kambala – la tradizionale corsa con i bufali – è una cosa seria. Le gare, che si tengono in varie località costiere della regione e arrivano anche a quarantacinque appuntamenti, iniziano a novembre e proseguono fino a marzo. 
La competizione, che è divenuta tale con il tempo – con tanto di comitato organizzatore e divisione in diverse categorie – ma che nacque come pura esibizione, è semplice: due coppie di bufali, guidate ognuna dal rispettivo “fantino”, si sfidano in un testa a testa su un rettilineo allagato e fangoso di lunghezza variabile dai 130 ai 145 metri.

Da qualche giorno, su questo antico “sport” rurale si sono accesi i riflettori fino in Occidente: il motivo porta il nome di Srinivasa Gowda, fantino ventottenne che nella vita di tutti i giorni lavora come operaio edile. Nel Kambala però, è un campione: sono già 29 i trofei conquistati nelle 12 tappe cui ha partecipato in questa stagione e nell’evento tenuto nel villaggio di Aikala è stato capace, primo fantino nella storia, di imporsi in tutte e quattro le categorie della corsa. E proprio ad Aikala, lo scorso 2 febbraio, Gowda ha trionfato in una di queste quattro corse venendo accreditato di un tempo pari a 13.62 secondi su 145 metri di tracciato. Record storico del Kambala riscritto ma, soprattutto, una proiezione di 9.55 sui 100 metri. Tenendo conto che il record del mondo di Usain Bolt è di 9.58 (Berlino 2009), la notizia è rimbalzata rapidamente in tutta l’India.

Kiren Rijiju

E a dimostrazione di come la prestazione di Srinivasa Gowda sia stata presa piuttosto sul serio, ecco il tweet del Ministro dello Sport indiano, Kiren Rijiju: il biglietto ferroviario è fatto, quest’oggi Gowda è atteso in un centro federale della SAI (Sports Authority of India) per valutare il suo possibile inserimento nella squadra di atletica in vista di Tokyo 2020. Se tra qualche mese vedrete cadere il tempo di Bolt, noi vi abbiamo avvisato.

Kiren Rijiju Gowda

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here