Seguaci di JZsportnews ben ritrovati nel consueto appuntamento con #spazioserieb, la rubrica che settimanalmente vi racconta quanto accaduto nel campionato cadetto in maniera differente. Quest’oggi, perciò, andremmo ad analizzare a modo nostro, il ventiquattresimo turno del campionato di Serie B. 

serie b

Le sorprese del ventiquattresimo turno di Serie B 

Per quanto concerne il turno appena conclusosi, il titolo di sorprese se lo aggiudicano Juve Stabia e Spezia. 

La prima, tra le mura amiche è riuscita a superare il Crotone per 3-2. Gara molto ostica quella del Romeo Menti per le vespe, che nonostante le diverse difficoltà avute, sono riusciti a ottenere i tre punti. Il gol di Addae allo scadere, ha fatto valere doppio quelli siglati da Forte prima e Calò dopo, con i quali essi hanno neutralizzato Benali e compagni. Grazie a tale finale i campani si sono portati in tredicesima posizione al netto dei propri 32 punti; al contrario, i calabresi hanno salutato il secondo posto. 

A conquistare quest’ultimo, sono stati proprio gli aquilotti di mister Italiano, che hanno ottenuto la quinta vittoria consecutiva. Un 3-1 casalingo contro l’Ascoli, giunto grazie alle reti di Mastinu, Gyasi e Nzola. Un secondo posto a pari merito con il Frosinone, che fa ben sperare ai liguri. Invece, per l’Ascoli del neo tecnico Stellone, la sconfitta gli è valsa la retrocessione in quattordicesima posizione. 

Juve Stabia-Crotone

Le delusioni del ventiquattresimo turno di Serie B 

Ora, passando alle delusioni del turno ventiquattro, abbiamo optato per Pescara e Salernitana. Entrambe sono uscite sconfitte dalle rispettive gare, nonostante gli ambiti sogni di promozione. 

Gli adriatici, dinanzi ai propri tifosi sono stati sconfitti da un ottimo Cittadella, in uno scontro ad alti vertici. Nel posticipo del venerdì non è bastato ai delfini il terzo gol nelle ultime quattro gare di Gabriele Zappa. Esso, è stato poi reso vano da quelli siglati da Diaw e Iori su rigore. I pescaresi si fanno così agganciare dalla Juve Stabia in dodicesima posizione, uscendo tra i fischi dell’Adriatico. Al contrario i friulani si rimettono in carreggiata e tornano nella zona privilegiata della classifica. 

La Salernitana di Ventura, nella giornata del Bentegodi e soprattutto degli ex, perde uno dei match più importanti per quanto concerne gli alti vertici. Marcolini schiera titolare Giaccherini dietro le punte, e l’ex Juve lo ripaga con una doppietta che stoppa così i campani. I granata nonostante ciò rimangono in quinta posizione, con soli quattro punti dalla zona che regalerebbe la promozione diretta. Il Chievo grazie a questi tre punti si riaffaccia al ridosso della zona play-off,dietro solo a Pordenone ed Entella. 

Chievo-Salernitana

La top 11 del ventiquattresimo turno di Serie B 

Nella formazione tipo del turno appena conclusosi di cadetteria, abbiamo deciso di adottare il classico 3-4-3, come ormai da tempo. Tra i pali, merita l’unico posto disponibile Perina, portiere del Cosenza, che accompagna i suoi verso la vittoria nello scontro diretto con il Livorno.

Al centro della difesa inseriamo Leverbe: l’ex Sampdoria ricopre un ruolo inusuale ai suoi dettami tattici e non delude, anzi è uno dei migliori del match del Bentegodi. Al suo fianco Bianchetti e Cassasola, rispettivamente di Cremonese e Cosenza. Le loro squadre vincono in maniera esagerata e loro, sono i massimi esponenti dei rispettivi reparti arretrati. 

In mediana inseriamo Calò, che con i suoi due assist e un gol contribuisce in maniera indelebile nel match contro il Crotone. Di conseguenza, Viola, fantasista del Benevento, che con un gol capolavoro ed un assist con il contagiri, influenza il match tra Benevento e Pordenone. Sulla destra, l’uomo assist di giornata, ovvero: Paolo Bartolomei, che fornisce tre assist, uno per ogni gol dello Spezia. Sulla corsia mancina il giovanissimo Gaetano, che in settanta minuti trova il primo gol ed il primo assist in B, con la Cremonese

A sostegno della prima punta Palombi, che realizza una doppietta contro il Trapani, ci vanno Giaccherini e Ricci. Il primo, come detto prima, decide a solo la gara del Chievo con una doppietta, che regala il 2-0 finale ai clivensi. Il secondo invece, seppur sia un esterno puro, con lo Spezia ricopre il ruolo di mezz’ala, ed è proprio da lui che prendono vita tutte le manovre dei bianconeri. 

Benevento-Pordenone

L’analisi della classifica al termine del ventiquattresimo turno di Serie B 

La vetta, come ormai da tempo, è comandata dal Benevento, che con i suoi 57 punti, ne vanta 17 di vantaggio sulla seconda e terza. Quest’ultime sono Spezia e Frosinone, club che presiedono tali posizioni, al netto dei loro 40 punti. Chiudono la zona play-off nell’arco di soli due punti, Crotone (37), Salernitana, Cittadella e Pordenone (36) ed infine l’Entella (35). 

Al ridosso di questa zona privilegiata troviamo il Chievo che con una vittoria raggiunge 34 punti. Alle sue spalle Empoli e Perugia a 33, con i toscani che agganciano gli umbri grazie alla vittoria sul Pisa. Pescara anch’esso raggiunto dalla Juve Stabia dopo la dura sconfitta: abruzzesi e campani si trovano così con 32 punti all’attivo. Rischiano, e non poco, Ascoli e Pisa, rispettivamente a 31 e 30 punti. 

In zona play-out rialza la china il Venezia, uscito con un punto dal match contro l’Entella e che si porta così a quota 28. Con due punti in meno vi è la Cremonese, che allo Zini asfalta per cinque reti a zero il Trapani. 

Chiudono la classifica il Cosenza, in forte ripresa grazie alla vittoria contro i diretti concorrenti del Livorno, quest’ultimi sempre più destinati alla retrocessione. Infine il Trapani in penultima posizione con soli 19 punti, anch’esso con poche speranze di permanenza. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here