È martedì e di conseguenza su JZsportnews torna la rubrica dei “talenti” o pseudo tali di cui a mala pena sappiamo in che angolo di mondo siano finiti. Dopo Alexandre Pato, oggi parleremo di nuovo di un brasiliano: Keirrison de Souza Carneiro, ma basta anche solo Keirrison. Come possiamo definire l’attaccante classe 1988? Beh, di certo sappiamo che si è fatto una capatina a Firenze per godersi la città, visitare il Duomo e gli Uffizi (senza però far aumentare del 27% gli ingressi), per poi perdersi nell’oblio totale. Parentesi dovuta: il ragazzo ha dichiarato di aver espresso il suo miglior calcio proprio all’ombra del Campanile di Giotto, il che non è esattamente sinonimo di una carriera top. Eppure, nonostante la sua brevissima parentesi nel calcio che conta, in molti si ricordano di lui. Perché?

keirrison

Chi è Keirrison?

Eh, bella domanda. Di meteore passate per la Serie A senza lasciare il segno ce ne sono state tante e in linea di massima i connotati me li ricordo di tutti. Ma io, sinceramente, Keirrison non saprei nemmeno riconoscerlo per strada. D’altronde, parliamoci in modo schietto, il brasiliano è diventato noto ai più soprattutto per essere stato uno dei più grandi bug della storia di Fifa. Su Fifa 2009 e 2010 era uno degli uomini su cui costruire la rosa in modalità carriera, ma evidentemente anche i programmatori avevano poche info somatiche del ragazzo visto che si presentava con un avatar abbastanza grossolano. Tuttavia, grande rispetto per aver coniato il suo nome di battesimo dalla fusione di Keith (Richard) e (Jim) Morrison… poesia allo stato puro.

keirrison

L’errore blaugrana

Come dicevo poc’anzi è strano pensare che un attaccante con una carriera mediocre, per usare un eufemismo, abbia stuzzicato l’interesse di molti appassionati di pallone. La colpa (o il merito) è da attribuire quasi esclusivamente agli scout del Barcellona che nel 2009 acquistano Keirrison per una cifra attorno ai 14 milioni di euro, tanti per quel periodo, dal Palmeiras dopo essersi appena trasferito dal Coritiba. Chiariamo, le prestazioni di Keirrison in Brasile erano state di buon livello, con una media superiore ad un gol ogni due partite che per un ragazzo di vent’anni. Arrivato a Barcellona, i blaugrana decidono di mandarlo subito in prestito per fare esperienza, prima ancora di muovere i primi passi al Camp Nou, e da quel momento finisce, ancor prima di iniziare, la favola del brasiliano.

Keirrison

Il valzer dei prestiti

Nell’estate del 2009 Keirrison passa dunque al Benfica, dove gioca in sei mesi appena sette partite e non andando mai a segno: debutto rivedibile in Europa. Al Da Lùz non convince e per questo viene girato alla Fiorentina, che necessitava di un sostituto all’infortunato Adrian Mutu, in quello che lo stesso giocatore ha definito il miglior momento della sua carriera. Da gennaio a giugno colleziona 12 presenze e 2 gol senza entusiasmare la Fiesole. In poche parole: non lo vuole più nessuno.

Così Keirrison ritorna, sempre in prestito, in Brasile, prima al Santos e poi al Cruzeiro ma riesce a giocare male anche laddove era “esploso”. I mesi passano, le prestazioni restano deludenti e così il Barcellona decide di liberarsene. Prima mandano Keirrison in prestito biennale al Coritiba per poi cederlo gratis alla stessa squadra. Ora, non vorrei essere impietoso, ma per un ragazzo di 26 anni venire “regalato” non dev’essere il massimo per la propria autostima.

Dov’è finito Keirrison?

Dopo il ritorno al Coritiba, il brasiliano non riesce a trovare una stabilità e ogni anno cambia squadra. Si trasferisce al Londrina (squadra attualmente in Série C del Brasile), poi all’Arouca in Portogallo, poi di nuovo al Coritiba e ancora al Londrina, quasi in loop. Inoltre, va sottolineato che dal 2017 colleziona 7 presenze e zero gol in due anni, per poi trasferirsi al CSA dove attualmente milita, nella Série B brasiliana. La carriera di Keirrison per questo motivo possiamo definirla finita, ma con ogni probabilità non è nemmeno mai iniziata. 

JZsportnews vi aspetta martedì prossima per un nuovo racconto di un altro #desaparecido! 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here