La presenza di giocatori italiani all’estero di alto livello è in aumento. Ciò dimostra che le società presenti in LBA non riescono a trattenere i giocatori di maggior rilievo, nonostante il campionato di Serie A stia indubbiamente salendo di qualità. Sempre più cestisti azzurri decidono dunque di firmare con squadre straniere per poter competere ad un livello più alto. Infatti, nella prossima stagione i cestisti nostrani che militeranno nei campionati esteri saranno 11. Un esempio che rispecchia la situazione attuale è la nazionale italiana. Se si osserva il roster azzurro al mondiale del 2019 si nota che metà della squadra non gioca nel campionato italiano. Infatti, due giocatori giocano negli Stati Uniti (Gallinari e Belinelli), uno in Spagna (Della Valle), un altro in Russia (Hackett), due sono attualmente free agent ma indirizzati verso la Liga ACB (Gentile e Filloy) e i sei rimanenti in LBA. Inoltre, è da tenere conto che Nicolò Melli, giocatore fondamentale per la nazionale, che gioca in NBA,non faceva parte del roster azzurro a causa di un operazione al ginocchio.

Amedeo Della Valle (Alba, 1993 |G|) Gran Canaria

La guardia classe 1993 ha terminato la sua esperienza biennale all’Olimpia Milano. La società lombarda ha deciso di recedere il contratto del nativo di Alba, che sarebbe dovuto scadere nel 2021, pagando il buyout. Dopo la conclusione definitiva dell’accordo con la squadra meneghina, Della Valle ha valutato offerte arrivate da vari fronti. Inizialmente il doppio zero azzurro sembrava essere molto vicino all’Alba Berlino, ma la trattativa non ha avuto successo e quindi Della Valle ha optato alla volta della Spagna, scegliendo Gran Canaria. Il ventisettenne firmando un contratto annuale con il club della città di Las Palmas competerà a livello lievemente inferiore rispetto ai suoi ultimi due anni per quanto riguarda le coppe europee, infatti Gran Canaria per la stagione 2020/2021 militerà in Eurocup.

Achille Polonara (Ancona, 1991 |G|) Saski Baskonia

Stagione di buon livello per Achille Polonara al Baskonia, migliorata in modo evidente nella fase finale di Liga ACB, andando anche a ricoprire un ruolo più importante rispetto a quello di gregario che svolge di solito. L’assist nella finale con il Barcellona, che ha portato il Baskonia alla vittoria del campionato spagnolo, va coronare le buone prestazioni del “Pupazzo”. Le capacità del giocatore nativo di Ancona non sono sicuramente passate inosservate, infatti il Baskonia ha rinnovato il suo contratto per la prossima stagione. Polonara ha girato a 3.1 punti, 2.8 rimbalzi e 0.2 assist di media in Eurolega e 5.3 punti, 2.9 rimbalzi e 0.5 assist in Liga ACB.

Italiani all’estero

Simone Fontecchio (Pescara, 1995 |AP|) Alba Berlino

Durante questa sessione di mercato, Simone Fontecchio è passato dalla Pallacanestro Reggiana all’Alba Berlino, tornando così, a distanza di un anno, a competere in Eurolega dopo l’esperienza all’Olimpia Milano (2016/2017-2018/2019). Fontecchio ha firmato un contratto Biennale, con opzione di rinnovo per il 2023, con la squadra tedesca e per lui sarà la prima esperienza in un club straniero. Nella stagione 2019/2020, il ventiquattrenne ha messo a referto 11 punti, 4 rimbalzi e 1.2 assist di media in LBA.

Italiani all’estero

Marco Belinelli (San Giovanni in Persiceto, 1986 |G|) San Antonio Spurs

Marco Belinelli diventerà free agent al termine di questa stagione, potrebbe chiudere così la sua esperienza ai San Antonio Spurs. Belinelli ha recentemente dichiarato che la sua intenzione è quella di rimanere per altri 2 anni negli USA. Attualmente la guardia di San Giovanni in Persiceto sembra avere ancora mercato in NBA, anche se il ritorno in Europa non è un opzione così remota. Chiaramente da questa parte dell’oceano avrebbe un ruolo più importante e di rilievo rispetto a quello che attualmente ha in NBA. Già questa stagione per esempio Belinelli ha avuto un numero di minuti a partita ridotto (15 min) rispetto alla stagione precedente (23 min), calando inevitabilmente anche di rendimento, passando da 10.5 punti di media nella stagione 18/19 a 5.8 punti di media in quella 19/20.

Daniel Hackett (Pesaro, 1987 |G|) CSKA Mosca

Daniel Hackett è uno dei giocatori italiani di livello più alto per quanto riguarda il panorama europeo. Hackett si è stabilito a Mosca nel 2018, coprendo un posto di tutto rispetto in una squadra che nel 2019 ha aggiunto un titolo di Eurolega al palmarès e che anche quest’anno aveva tutte le carte in regola per potersi riconfermare ai vertici europei. Con questa sessione di mercato estiva il club russo si è rinforzato ulteriormente e ha messo in piedi una vera e propria corazzata. Daniel, a conferma della posizione importante che ricopre nel Cska, questo Febbraio ha rinnovato il suo contratto fino al 2022 ed è momentaneamente in lizza per il ruolo da capitano, carica che fino a pochi mesi fa apparteneva a Kyle Hines, che ha lasciato la squadra moscovita per approdare a Milano proprio questa estate.

Diego Flaccadori (Seriate, 1996 |G|) Bayern Monaco

La stagione 2019/2020, al Bayern Monaco, è stata per Diego Flaccadori la prima esperienza fuori dall’Italia. In Germania la guardia classe ’96 non è però riuscita a ritagliarsi grande spazio, infatti ha calcato il parquet per pochi minuti sia in Eurolega che in campionato. Flaccadori ha segnato 1.9 punti di media nella coppa europea e 3.8 in Bundesliga. La guardia seriatese, militando in BBL è stato, insieme ad Achille Polonara, l’unico italiano a concludere, seppur ai quarti di finale, il campionato per la stagione 2019/2020.

italiani all’estero

Nei prossimi giorni continueremo a parlare dei talenti azzurri in giro per il mondo!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here