Sembrano esser ormai lontani i tempi in cui il calciomercato di Serie A, e non solo, a metà agosto si approcciava al termine assoluto, con gran parte degli organici assestati e pronti ad affrontare le prime uscite stagionali. Quest’anno, invece, a causa della pandemia da coronavirus, tutte le compagini professionistiche sono costrette a dar inizio alla compravendita di atleti solo in questo periodo. Tanti i nomi accostati, come ovvio che sia, ma pochissime sono le trattative avviate da tempo e che quindi sono in procinto dal vivere una svolta in positivo.

Come da anni a questa parte, il calciomercato delle medio-piccole realtà italiane della massima serie, prenderà in visione i profili più importanti delle squadre retrocesse in cadetteria. Si tratta di quei pochi volti noti, o perle di diamante, che sembrerebbero far gola a diverse società. Ricordiamo, dunque, che nel corso della stagione 2019/20, conclusasi solamente due settimane fa, le squadre costrette a tornare in seconda divisione sono state: Lecce, Brescia e Spal. Tre organici ricchi di calciatori di alto rango, e di giovani di prospettiva, che potrebbero anche far battere cassa al club proprietario dei loro cartellini.

calciomercato

Lecce

Senza ombra di dubbio alcuna, il rimpianto di non esser riusciti a rimanere in Serie A per i salentini dopo aver combattuto fino all’ultima giornata per la salvezza, è molto. Un organico costruito sulle fondamenta della storica promozione, con l’innesto di alcune pedine di blasone nel corso del mercato di riparazione. Forse, gli errori più gravi li si è commessi nel reparto arretrato, dove un non più giovane Rossettini ha affiancato per tutta la stagione un altro veterano come Lucioni.

Le pedine imprescindibili di Fabio Liverani in stagione, riportano senza dubbio ai profili di Marco Mancosu, Filippo Falco e Gianluca Lapadula. Il primo, oltre che rigorista e miglior marcatore dei giallorossi con ben 14 reti all’attivo, si è sacrificato per tutta la stagione in mezzo al campo, ed è stato indubbiamente il maggiore valore aggiunto di questo club. A svariare spesso nel reparto avanzato, anche l’ex Bologna Falco, che nonostante le grandi aspettative che vi erano a inizio stagione, si è rivelato più volte un calciatore altalenante. Nonostante ciò, ha preso parte a 10 dei gol siglati dal Lecce in stagione, grazie a 4 reti e sei assist. L’ultimo, ha spesso percorso la stessa via di quello precedente, riuscendo a rivelarsi prolifico solamente nel campionato post lockdown, ovvero nel periodo in cui la formazione giallorossa aveva bisogno assoluto di punti. Nonostante ciò, egli come Saponara e Barak, dovrà far ritorno alla base, ovvero a Genova, causa l’arrivo con la formula del prestito.

Pochi i nastri emergenti nel parco giovani, ma le sorprese non sono certamente mancate. A centrocampo ad esempio, i due perni di maggiore rilevanza sono stati Jacopo Petriccione e Zan Majer. Seppur spesso abbiano lottato per una maglia da titolare con Shakhov e Tachtsidis, hanno dimostrato di avere quel qualcosa in più rispetto a quest’ultimi due. Entrambi saranno senza dubbio cercati dai club di Serie A, con la Fiorentina che da tempo ha nel mirino il “Modric” salentino.

Marco Mancosu

Brescia

Inutile far giri di parole quando si parla dei lombardi, date le voci di mercato estenuanti dei mass media che girano attorno a Sandro Tonali. Perno del centrocampo delle rondinelle, ha i fari delle migliori formazioni d’Italia puntati su di sé. La favorita sembrerebbe essere l’Inter, ma il calciomercato è strano, e tante sono anche le pretendenti per il ragazzo, che Cellino non venderà per meno di 30 milioni di euro. Rimanendo al centro del campo, pensiamo non siano da escludere degli interessamenti da parte delle neo-promosse, per ora sono salite Benevento e Crotone a breve si saprà anche ci salirà in Serie A tra Spezia e Frosinone, per i semi sconosciuti quali: Nikolas Spalek e Jaromir Zmrhal. Del primo si parlava in maniera eccelsa già la scorsa estate, ma in questa stagione, seppur non lo raccontino le statistiche, in ben 25 occasioni è riuscito a dare una mano alla squadra grazie al suo ottimo lavoro in zona offensiva. Il secondo, arrivato tra l’indifferenza totale, è cresciuto gradualmente, trovando molto spazio al ritorno in campo. Inoltre ha trovato anche la via del gol, sbloccando il suo score. 

In attacco, vorremmo pensare che se non ci fosse stato Balotelli, sia Donnarumma che Torregrossa, avrebbero potuto aiutare il Brescia a salvarsi. L’ex Milan ed Inter ancora una volta ha dimostrato di non poter essere decisivo, causa soprattutto le caratteristiche comportamentali esterne. Dunque, ricordiamo che nel corso delle primissime gare di campionato, fu il secondo sopracitato a trasportare il Brescia verso risultati importanti, salvo poi finire in panchina causa l’arrivo dell’ex Marsiglia e i diversi problemi fisici. Il terzo ed ultimo, invece, ha avuto modo di esprimersi al meglio nel corso del torneo che ha seguito il lock down, riuscendo a trovare più volte la via del gol. Ad oggi proprio Torregrossa sembrerebbe esser finito nel mirino della Sampdoria, ma non sarebbe da escludere un proseguo in massima serie per Donnarumma.

Infine, per quanto concerne il reparto di difesa, i nomi maggiormente ricercati saranno quelli di John Chancellor e Andrea Cistana. Quest’ultimo protagonista di un’ottima stagione nel corso della stessa ha anche centrato la convocazione in nazionale maggiore.

calciomercato

Spal

Dopo tre anni di Serie A, la compagine ferrarese ci lascia, con la speranza che si tratti di un arrivederci. Indubbiamente, visto già il trasferimento di Petagna al Napoli, i soldi che investirà il club saranno significativi. Inoltre, non bisognerà dimenticare quello che è il famoso “cuscinetto” che spetta ai club che retrocedono in cadetteria. Nel caso della Spal, formazione che ha militato in massima divisione per tre anni, la cifra ammonterà a oltre 20 milioni.

Tanti i calciatori di esperienza e di enorme valore, tra i quali compare il nome di Mattia Valoti, calciatore che secondo Sky Sport sarebbe a un passo dalla firma con il Torino. A centrocampo, inoltre, emergono i profili di Lucas Castro e Mohamed Fares. Quest’ultimi non avrebbero bisogno di presentazioni in virtù di quanto fatto negli ultimi anni. Il secondo però, sembrerebbe esser già avviato verso l’addio, con la blasonatissima Lazio che sembrerebbe pronta ad investire sull’esterno algerino. Al contrario gli esperti Valdifiori e Missiroli, dovranno decidere se rimanere in maglia biancazzurra o rilanciarsi, per l’ennesima volta, in Serie A.

In difesa, i profili che fanno gola sono davvero tanti. Partendo dai veterani quali Cionek e Felipe, passando per l’eterna promessa Bonifazi e terminando con il pilastro delle ultime annate, ovvero Francesco Vicari. Indubbiamente gli ultimi due, data la loro giovane età, troveranno spazio nella prossima Serie A, con la speranza che sia l’annata giusta per il lancio di Kevin Bonifazi in un club di blasone maggiore. Stesso discorso vale per Sala, ormai in pianta stabile in Serie A, con la Sampdoria interessata ad acquistarlo e quindi a fargli vivere una seconda esperienza in maglia blucerchiata.

I restanti big sarebbero Federico Di Francesco e Etrit Berisha. Entrambi hanno indubbiamente un ottimo mercato, tenendo anche conto delle loro prestazioni sforgiate in stagione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here