Budget prossimi allo zero e un gap da colmare a dir poco gigantesco. Questa è la situazione che travolge le squadre capaci di compiere il salto di categoria in Italia. Sono i numeri a parlare: nelle ultime cinque stagioni di Serie A, ben quattro volte sono retrocesse due neopromosse su tre. In altri termini, nove squadre su quindici sono tornate in Serie B dopo un solo anno. Una neopromossa ha il 60% di possibilità di retrocedere. Addirittura sono 13 anni che non si salvano tre squadre su tre, all’epoca ci riuscirono Juventus, Napoli e Genoa, neopromosse di lusso. Il gap da colmare tra le due Serie è testimoniato dai numeri sui ricavi e sui fatturati delle società di A e B. Il fatturato medio in Serie A è di 116 milioni di euro, in Serie B di 13.5 milioni, ossia circa un decimo.

Tutti questi dati si rispecchiano anche nel calciomercato. Le possibilità di investire sono poche e per questo motivo è fondamentale non sbagliare i colpi in entrata. Riuscire a pagare poco un giocatore chiave per la Serie A, oppure prendere in prestito giovani promettenti per trascinare la squadra alla salvezza. Il mercato delle neopromosse in Italia è caratterizzato da colpi a parametro zero, giovani in prestito da top club, giocatori affermati ormai al tramonto della loro carriera oppure calciatori che tanto bene hanno fatto in Serie B e vogliono giocarsi le loro carte in A.  Analizziamo quindi come si stanno muovendo sul mercato Benevento, Crotone e Spezia, nel loro tentativo di costruire una rosa valida per raggiungere la salvezza.

calciomercato neopromosse

Benevento

La squadra allenata da Pippo Inzaghi è alla sua seconda apparizione in Serie A. Il presidente Vigorito ha grandi ambizioni, vuole riscattare la deludente prima partecipazione del 2017/18. Tra le tre neopromosse è sicuramente la favorita alla permanenza nella massima Serie, in quanto nella passata stagione ha dimostrato di essere superiore alle compagini della Serie cadetta. Sono numerosi i record ottenuti da Inzaghi alla guida del club campano, eguagliato il record di promozione avvenuta con maggior anticipo, superato il record di punti in cadetteria a 20 squadre, miglior attacco e miglior difesa del torneo.

Inzaghi continuerà a giocare con il 4-3-2-1, sono stati fatti acquisti mirati, giocatori già pronti per giocare in Serie A, con anni di esperienza. In difesa è stato comprato per 3 milioni di euro Glik, tornato in Italia dopo 4 anni al Monaco. A centrocampo è stato comprato Ionita, passato ai campani per 1 milione, dopo quattro buone stagioni a Cagliari. Il moldavo sostituirà Viola nei tre a centrocampo. L’italiano infatti deve rientrare da un infortunio, e non sarà disponibile da subito. Inoltre in queste ore ha firmato anche Dabo, arrivato dalla Fiorentina. Nei tre davanti è stata effettuata un’autentica rivoluzione. Sono stati acquistati Lapadula, arrivato per 4 milioni di euro dal Lecce, e Caprari, in prestito dalla Sampdoria. Entrambi partiranno titolari, ad affiancare Caprari, nei due dietro la punta, sarà ballottaggio tra Sau e Insigne, con il primo in vantaggio sul secondo.

Il club campano non ha effettuato alcun movimento in uscita, fondamentale infatti per comprare altri giocatori sarà proprio vendere. Pasquale Foggia, ds del Benevento, sta monitorando diverse situazioni, il sogno è quello di portare alla corte di Inzaghi uno tra Gervinho, Iago Falque e Callejon, inoltre si monitora la situazione legata ai terzini, con Sabelli e Santon considerati profili interessanti.

calciomercato neopromosse

Crotone

La squadra allenata da Stroppa si appresta ad iniziare la sua terza stagione in Serie A, tra le tre neopromosse è infatti quella che vanta più presenze nel massimo campionato. Il ds Ursino è sicuramente uno dei più attivi fin qui, sono ben otto i colpi in entrata messi a segno. Stroppa confermerà il 3-5-2, con numerose novità. In difesa è stato riscattato per 1 milione di euro Luca Marrone, che verrà affiancato da Magallan, roccioso difensore argentino arrivato in prestito con diritto di riscatto dall’Ajax, colpo di assoluto valore, considerando che gli olandesi lo pagarono 9 milioni di euro appena 18 mesi fa. Largo nei 5 a destra troverà spazio Rispoli, acquistato dal Lecce, capace di siglare 6 reti con il Palermo quattro stagioni fa.

A centrocampo sono stati ufficializzati Cigarini e Eduardo Enrique. Il primo arriva a zero, dopo essersi svincolato dal Cagliari, ottimo acquisto considerando l’esperienza dell’italiano, capace di collezionare 348 presenze in Serie A. Il secondo è stato preso in prestito con diritto di riscatto dallo Sporting Lisbona, può giocare come mediano o come mezz’ala di contenimento. Inoltre è stato acquistato, dall’Universidad del Chile, per ben 2,4 milioni di euro, Luis Rojas. Si tratta di un centrocampista offensivo classe 2002, considerato uno dei giovani sudamericani più promettenti. Questo a dimostrare la volontà di iniziare un progetto che va oltre la singola permanenza nella prossima Serie A.

In attacco era necessario trovare una nuova spalla di Simy, l’attaccante nigeriano infatti è la grande certezza della squadra di Stroppa, capace di siglare 20 reti nello scorso campionato, che gli hanno permesso di vincere il titolo marcatori della Serie B e di trascinare la sua squadra alla promozione. Il nuovo collega di reparto sarà Riviere, arrivato a parametro zero, dopo un’ottima stagione in B con il Cosenza. L’attaccante francese ha tanta esperienza, avendo giocato sia in Ligue 1, che in Liga e in Premier League. In queste ore inoltre è arrivata l’ufficialità per Dragus, giovane stella arrivata dallo Standard  Liegi in prestito con diritto di riscatto, l’attaccante classe ’99 è stato inserito dalla UEFA nella lista dei 50 giovani più promettenti del panorama europeo.

Gli unici movimenti in uscita sono stati Maxi Lopez e Barberis, entrambi in scadenza di contratto. Il mercato del Crotone, ottimo fino a questo punto, non sembra ancora essere terminato, sono tanti i giocatori tenuti sotto controllo. In difesa si monitora la situazione Santon, in uscita dalla Roma, a centrocampo interessa Agoume dell’Inter in prestito, in attacco invece si cercherà di regalare a Stroppa un altro nome, tra tutti Esposito, Pjaca, Scamacca o Farias.

Spezia

La squadra ligure, allenata da Vincenzo Italiano, è all’esordio assoluto in Serie A. Arrivata nella massima Serie grazie alla vittoria dei playoff contro Chievo prima, e Frosinone poi, è indubbiamente la prima candidata alla retrocessione. L’organico non è da Serie A, servirà un mercato perfetto, oltre a grandi prestazioni in campo, per agguantare un risultato insperato. Il mercato dello Spezia è iniziato tardi, perché bisogna considerare che inizieranno la Serie A con una settimana di ritardo. Sono cinque i colpi ufficiali messi a segno, Jacopo Sala arrivato dalla Spal, Dell’Orco in prestito dal Sassuolo e Zoet, portiere di grande esperienza, che vanta anche 11 presenze con la nazionale olandese, arrivato per 1,5 milioni dal PSV. In questi giorni si sta movimentando la situazione in entrata, il ds Meluso  ha ufficializzato Piccoli e Mattiello. Entrambi arrivano dall’Atalanta, rispettivamente in prestito secco e e in prestito con diritto di riscatto.

Sono state tre le cessioni, Augello è stato comprato dalla Sampdoria per 1,5 milioni, mentre Ricci e Scuffet sono tornati rispettivamente al Sassuolo e all’Udinese.

Si sta trattando con insistenza Verde, il quale dovrebbe arrivare con la formula del prestito con diritto di riscatto, tramutato in obbligo, a 700 mila euro, in caso di salvezza, dall’AEK Atene. Per permettere ad Italiano di potersi presentare con un 4-3-3 competitivo, serviranno sicuramente altri innesti. Si tratta con la Fiorentina per Agudelo e Saponara. Con il Torino è stata concretamente sondata la pista che porta al difensore Djidji. Di queste ore inoltre la notizia dell’interessamento per Hendrix del PSV, e per Agoume dell’Inter in prestito. Inoltre, i più romantici  staranno sicuramente sognando l’arrivo di uno tra Yaya Toure, Pato o Iturbe. Tutti e tre sono stati recentemente accostati al piccolo club ligure, che sembra intenzionato a fare tutto il possibile per migliorare la rosa, e onorare la Serie A.

Chi tra le tre società riuscirà a fornire ai propri allenatori una squadra pronta per giocarsi la salvezza? Il campionato sta per iniziare, il mercato per finire. Tenetevi pronti, inizia il rush finale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here