È terminata la fase a gironi della Supercoppa, che si è dimostrata un ottimo banco di prova non unicamente per le squadre in campo ma anche per gli organizzatori. Gli spettatori sono tornati nelle arene, seppur in numero ridotto, dopo diversi mesi d’assenza ed è sicuramente un passo in avanti. Il pubblico però non è stato particolarmente numeroso. Basti pensare che nelle partite di Treviso, al PalaVerde, erano presenti solamente 600 tifosi. Piccola nota positiva invece arriva dal derby di Basket city. Nella partita di ritorno al PalaDozza erano presenti 1080 persone su 1280 posti. Il numero rimane comunque ridotto rispetto alle 6575 di media presenti alle partite della Virtus durante la scorsa stagione. Indubbiamente c’è ancora timore da parte dei tifosi e appassionati nel rientrare nei palazzetti, pur essendoci norme rigorose per tutelare la salute di tutti presenti.

Final Four

Venerdì 18 alla Segafredo Arena di Bologna iniziano le final four, fase finale della Eurosport Supercoppa. Chiaramente il pubblico anche in questo caso sarà ridotto. I posti disponibili, come dichiarato da Luca Baraldi A.D. della Virtus Bologna, durante la conferenza stampa successiva all’estrazione delle squadre per le final four, saranno circa 2200 ovvero il 25% della capienza massima del palazzetto, 8970. Tutti i dirigenti presenti alla conferenza, Stefano Sardara, Federico Casarin  Christos Stavropoulos e lo stesso presidente della LBA Umberto Gandini, hanno sottolineato il gradimento della formula della supercoppa e della riuscita del torneo in totale sicurezza.

Pubblico LBA

Inizio del campionato

Il 27 settembre ripartirà il campionato di serie A, ma il pubblico non sarà presente per le prime due giornate a causa del Dpcm del 7 Settembre. Il ritorno alle porte chiuse è un passo indietro non indifferente e sicuramente un duro colpo per molti club che confidavano nella presenza dei tifosi nelle arene. Alcuni società sono arrivate a chiedere alla lega di posticipare l’inizio del campionato, strada che al momento non sembra essere percorribile data la prossimità dell’evento. Il Comitato 4.0, costituito da Lega Basket maschile Lega Pro, Lega Nazionale Pallacanestro e Lega Pallavolo si è mobilitato scrivendo una lettera al presidente della conferenza Stato-Regioni Bonaccini e ai Ministri Spadafora e Speranza per tornare ad aprire gli stadi e i palazzetti in totale sicurezza. 

Gli scenari possibili al momento sono diversi. Il governo potrebbe dare ascolto al Comitato 4.0 e riaprire in sicurezza le strutture. Un altra possibilità potrebbe essere quella di partire con gli spettatori solo nelle regioni in cui i presidenti rinnovassero le ordinanze. Al momento lo scenario più probabile al momento resta però quello di partire senza pubblico per poi riparlarne il 7 Ottobre, data in cui termina il periodo di valenza del decreto.

Pubblico LBA

Campagna abbonamenti

Chiudiamo con ciò che consegue alla mancanza di certezze sul piano “Pubblico nei palazzetti”. Alcune squadre hanno deciso di non portare avanti la campagna abbonamenti a causa degli evidenti disagi. La Pallacanestro Varese è stata la prima società a decidere di optare alla vendita dei biglietti per le singole partite senza ricorrere agli abbonamenti. Ciò non esclude però una possibile campagna abbonamenti per il girone di ritorno se tutto dovesse tornare a giocare a porte aperte. Alcuni club non hanno ancora preso una decisione a riguardo, mentre altri probabilmente seguiranno quanto fatto da Varese.

Pubblico LBA

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here